Gli 'angeli custodi' di Simoncelli

0

Schladming Day 8 – Siamo stati in skiroom con Petrulli e Lambolez

Sotto la Planai ci sono i garage degli skiman, il Team Hospitality, i passaggi per i soccorsi e le emergenze. C’è una città sotteranea,  c’è una seconda Planai, abitata e vissuta anche da ‘Petru’ e Gilles. Il primo fa lo skiman, il secondo è il service dello scarpone. Il primo si chiama Gianluca Petrulli, il secondo Gilles Lambolez. ‘Petru’ è ossolano, anche se adesso vive in Ticino, invece Gilles è francese, meglio alsaziano, ed è una figura importantissima in Salomon per lo sviluppo dello scarpone. Insieme sono gli ‘angeli custodi’ di Davide Simoncelli, due ‘maghi’, due figure di riferimento.

DA 14 ANNI CON ‘SIMO’
– Ecco ‘Petru’, da quattordici anni a fare lamine e pendersi cura delle solette del poliziotto di Rovereto: «Cosa mi devo aspettare da Davide Simoncelli? Ha fatto una stagione sicuramente positiva dopo l’operazione a luglio. In questi giorni è davvero in forma, può fare una grande gara, è da prime piazze. Siamo stati a Folgaria, poi al Monte Pora per la Copppa Europa e poi la rifintura a Ravascletto. Le condizioni per fare una grande gara ci sono tutte, anche la neve dovrebbe essere davvero dura».

 

Articolo precedenteCaccia all'ultimo biglietto
Articolo successivoDeville esculso, ma guarda avanti
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...