Ghilardi-Morzenti, dialogo in vista delle elezioni

7
574

Ghilardi: «Ora serve unità. Il Commissariamento? Preferivo la Di Centa»

E’ proprio campagna elettorale. Vi ricordate la violenta contrapposizione dell’aprile 2011 al Lingotto di Torino fra i candidati alla presidenza Fisi Giovanni Morzenti e Carmelo Ghilardi? Acqua passata. Infatti in questi giorni Ghilardi e Morzenti si sono trovati. I rapporti fra i due si stanno ‘ricucendo’ e sembra che possa aprire una nuova prospettiva clamorosa in vista delle elezioni federali che dovrebbero svolgersi a marzo. Dicevamo già che l’area ‘morzentiana’ si stava ricompattando dopo il commissariamento, che si stava ritrovando e riorganizzando. Adesso si aggiunge anche un confronto sempre più serrato con Ghilardi. Mosse elettorali? Fronte comune? Non è certo, ma è probabile. «Sono finiti i tempi dei litigi, adesso, visti i prioblemi della Federazione, credo che sia giunto il momento di provare a fare fronte comune, trovare unità insomma, ma questo deve essere fatto sui programmi e sulla squadra, non così a caso», ha detto Ghilardi. L’ex sfidante di Morzenti si sofferma anche sulla situazione attuale in Fisi: «A dire il vero avrei preferito come commissario straordinario una come Manuela Di Centa, una di noi insomma».

Articolo precedenteTutti a Stubai
Articolo successivoI 'corti' di Race: le ragazze della squadra C
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

7 COMMENTI

  1. Sono a dir poco sconcertato…….Però facendo mente locale i nostri politici ( che fanno quello di mestiere ) , non fanno lo stesso ? Appena vedono che la " cadrega " ( riferimento alla provenienza geografica dei soggetti é puramente voluto.. ) , stà scappando, cercano in tutti i modi di ritornare seduti. Si diceva ai tempi delle precedenti …brogli .. a no scusate elezioni , che i due contendenti non andavano d'accordo perchè tutti e due erano della stessa pasta , e cioè degli accentratori. Ma adesso , visto anche le varie situazioni si prospetta una FISI con due comandanti sulla tolda della nave….Che vergogna come la politica più becera , ma purtroppo questi non sono nè politici nè amministratori , nè manager , sono solo collezionisti di giacche a vento….. Si fà forza e lo sbandiera , il condannato, del risanamento economico della Federazione , ma lo sappiamo che senza il mutuo acceso con il CONI e senza lo storno dei soldi della preparazione Olimpica , quel debito ci sarebbe ancora ? ed amplificato dai viaggi premio del condannato e dei suoi Consiglieri , mogli e figli , cene e bella vita in alberghi di lusso , giri in elicottero ed abbondanti libagioni , mentre i nostri atleti e tecnici non avevano il materiale agonistico e tante volte i tecnici soggiornavano dove neanche il più povero " competitors " della nazione più sperduta , si sarebbe mai sognato di alloggiare ….. Ma come dicevo precedentemente in altri post , se continuiamo così é quello che ci meritiamo , perchè non vogliamo cambiare…….Sono nuovamente d'accordo con Enrico…… Bisogna votare Manuela di Centa ( se si candiderà ) e cambiare l'intero gruppo dei Consiglieri , affezionati al condannato…. Per quanto riguarda il presidente del comitato veneto , stendiamo un velo pietoso ( con lui sotto ) sulla faccenda ( diatriba con Carraro….. ) .

  2. Ghilardi dice: "Di Centa una di noi"…. come diceva Totò… MA MI FACCIA IL PIACERE!!!! Che vergogna, ma questa gente ha ancora il coraggio di parlare? Ghilardi ha perso la cadreghina e se n'è stato zitto zitto a casa sua. Ma se uno non è in Consiglio Federale non può fare proposte e farsi vedere lo stesso? Se davvero ci tiene?
    VERGOGNATEVI!!!! Tutti a casa!

  3. Il problema è: le società seguiranno pedissequamente ciò che le indicheranno i comitati regionali o si avrà il coraggio di coalizzarsi indipendentemente per scegliere per il meglio, che a mio personale giudizio non è certamente rappresentabile dai soggetti nelle foto sopra!