Ghiaccio e gobbe, la 'Stella Alpina' fa paura

0
162

I gigantisti hanno dovuto aspettare il sole per allenarsi..

Già l’anno scorso aveva mostrato le sue insidie, tanto che Matteo Guadagnini a fine allenamento sentenziò così: "Più che per il Colorado, qui si dovrebbe venire per preparare Adelboden..". Ghiaccio e onde, duro e cambi di pendenza. Una pista da paura, davvero performante. Questa mattina addirittura i gigantisti hanno dovuto fermarsi. Troppo duro, tropo difficile. "E’ vero, impressionante quanto fosse lucida. In più c’era l’ombra, abbiamo dovuto aspettare il sole, non riuscivamo a tirare insieme due curve", afferma il coach della Val di Fiemme. In pista Davide Simoncelli, il più veloce nei due giri che contavano, quindi Alexander Ploner, Michael Gufler e Florian Eisath. Assente Alberto Schieppati influenzato, quindi Max Blardone per problemi familiari. L’ossolano raggiungerà l’Alta Valtellina domani sera.

Articolo precedenteKarbon, lesione al menisco
Articolo successivoMorzenti si autosospende dal Consiglio Fis
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...