Frida Hansdotter, sguardo al futuro. Con fiducia

0

La slalomista svedese lancia la sfida a Mikaela Shiffrin. E in gigante…

Reduce dalla sua miglior stagione in carriera, soprattutto perché ha rotto il tabù-vittoria in Coppa del Mondo, Frida Hansdotter, slalomista svedese di 28 anni, ha già in testa i nuovi obiettivi per la prossima: tornare a buoni livelli in gigante e dare del filo da torcere, ma sul serio, alla regina attuale dello slalom, Mikaela Shiffrin. In questa intervista rilasciata al sito della Federazione internazionale, che ringraziamo, Frida affronta molti argomenti. Vi proponiamo alcuni spezzoni della chiacchierata:

Come giudica la sua ultima stagione? Soddisfatta o sperava anche di ottenere di più? 
«Sono stra-felice dell’ultima annata. Vincere la mia prima gara in Coppa è stato incredibilmente divertente e magico. Ho sempre pensato di avere il potenziale anche per vincere, ma ovviamente dopo tutti questi secondi posti potete immaginare come mi sentissi finalmente sul primo gradino del podio. Sono inoltre molto contenta di aver chiuso al secondo posto la classifica di slalom, perché ho sciato bene per tutto l’inverno conquistando quattro podi. Non potrei essere più appagata». 

Nonostante il ritiro di Anja Paerson, la squadra femminile svedese è rimasta molto competitiva e ha continuato a raggiungere grandi risultati, diventando sempre più forte. Quanto è importante per lei avere compagne così brave? Aumenta la sua motivazione? 

«Io sono davvero felice di avere compagne di alto livello. C’è una bella atmosfera in squadra e anche durante gli allenamenti è divertente lavorare con ragazze tutte veloci, ci incoraggiamo a vicenda». 

La sua disciplina principale è lo slalom, ma in gigante nel 2012 lei è entrata molte volte tra le migliori dieci. Ci tiene anche a questa specialità?  
«Lo scorso anno sono uscita spesso tra le porte larghe e non è certo stato divertente. Spero nella prossima stagione di andare decisamente meglio. Mi concentrerò su entrambe le discipline, slalom e gigante». 

Cosa rende Mikaela Shiffrin così dominante in slalom, secondo lei? E come si può battere? 

«E’ impressionante per come scia. Dal canto nostro, cercheremo di provare qualcosa di nuovo dal prossimo autunno per darle davvero del filo da torcere». 

 
 
Articolo precedenteDaniela Merighetti, avanti tutta verso Vail 2015
Articolo successivoLa festa di Pietro Fill, un successo
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine