Franzoso e' l'eroe, ma oggi sono tutti campioni!

2
1339

Campo Felice Live – Scoppia la festa nella finish area

Che festa, nonostante il tempo da Lupo…visto il nome del pendio abruzzese che ha assegnato le prime medaglie ai tricolori Children. E che tensione, ma di quelle positive, perchè è tensione sportiva. Giovanni Zazzaro che taglia il traguardo e aspetta Matteo Franzoso: si abbracciano, sono primo e secondo. Sono oro e argento, sono i campioni di Campo Felice. Poi arriva Nicholas Pellissier ed è festa nel parterre. Esultano i medagliati. Le foto di rito, gli abbracci di tecnici, compagni di club, parenti.

IL COMMENTO DI PRETATO – Arriva Omar Pretato, allenatore di Franzoso: «Che vittoria, un altro successo importante. Dopo aver dominato al Topolino, ecco questa medaglia d’oro. Matteo è un ragazzo ed un atleta serio, si impegna davvero, crede in quello che fa. Bravo, e non è ancora finita». Poi ecco Paolo Colombo, il responsabile Children AOC. Con Pretato sollevano Franzoso, l’eroe di giornata.

SONO TUTTI CAMPIONI OGGI – Certo, hanno vinto Franzoso e Della Mea, anche se oggi sono tutti e tutte, campioni: si sono svegliati alle 5.30 del mattino, buio pesto. Alle 16 sono ancora ai piedi della Lupo, stanchi ma felici, ancora sotto la pioggia battente che incomincia di nuovo a martellare l’Appennino Abruzzese. Grandi Ragazzi!

Articolo precedenteIl signor Marsaglia
Articolo successivoSlalom Ragazzi: Franzoso piu' forte della pioggia
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

2 COMMENTI

  1. E' chiaro che non si può generalizzare … ma anche in posti come Madonna di Campiglio concedono la pista per allenarsi fino alle 9:30-10:00 il che costringe i ragazzi che già si alzano tutti i giorni alle 6:30 per andare a scuola a Tione, di svegliarsi alle 5:30 anche nei giorni Festivi.
    Sono dei veri eroi. Però hai ragione tu, poi non dobbiamo stupirci se il 70% abbandona a 15 anni. Lo sci è uno sport durissimo e veramente pochissimi alla fine vengono compensati in modo adeguato.