Francesca Marsaglia, primo titolo italiano in Combinata

0

Tarvisio Live – A Sella Nevea sul podio Brignone e Sosio. Gara a Stuhec

Due ore e 45′ dopo il superG, vinto da Nadia Fanchini, forse il tempo di mangiare un panino al volo, e poi tutte di nuovo in pista, ultimata la ricognizione, per lo slalom speciale che assegna il titolo italiano di Combinata Alpina, manche singola che va a sommarsi, come tempo, appunto, alla prova veloce del mattino. 

GUSTATEVI LA PHOTOGALLERY SOPRA

GARA – Si parte sul ‘muro’ finale, sempre della pista ‘Canin’, e anche lo slalom si dimostra interessante, tutto in pendenza. Forse, solo un po’ corto, poco più di 40”, ma per una prova di Combinata va benissimo così. Tracciato disegnato da Roberto ‘Doc’ Lorenzi. Molte velociste decidono di non prendere parte alla sfida tra i ‘rapid gates’, tra queste Verena Stuffer, Elena e Nadia Fanchini. Alla fine come prevedibile si impone Francesca Marsaglia (anche se la gara FIS va alla slovena Ika Stuhec), sotto una pioggia sempre più intensa, con il tempo complessivo di 1’58”79. Seconda Federica Brignone a 0”38, nonostante un errore piuttosto evidente a metà tracciato, terza una brava Federica Sosio, staccata di 0”45, che si dimostra atleta interessante nella specialità. La speranza è che possa essere aggregata alla squadra di Coppa del Mondo in questa disciplina, abbiamo bisogno di rincalzi: potrebbe allenarsi sempre con Costazza, Moelgg, Curtoni. Vedremo. Poi Bassino, tutt’altro che male in slalom, quarta, Galli, Cillara Rossi, Nicol Delago, Pirovano, Nadia Delago, Zenere. Fuori Gasslitter e Nicastro. 

 

#campitascitarvisio2015 podio Combinata femminile Marsaglia, Brignone e Sosio…..classifiche complete, info e news su www.sciclub70.com Posted by Sci Club 70 Trieste on Mercoledì 25 marzo 2015

Articolo precedenteNadia Fanchini: 'Sempre bello vincere agli Assoluti'
Articolo successivoChildren, Saracco e Baruffaldi oro nel gigante Allievi
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine