Forza campione!

1
961

Innerhofer deferito al Council della FIS

Christof Innerhofer questa sera ha partecipato alla riunione di giuria a Kitzbuehel dove ha cercato di chiarire il caso scoppiato con le dichiarazioni di oggi alle televisioni. ‘Inner’ avrebbe attaccato la FIS ed in particolare il delegato alla sicurezza della discesa Helmuth Schmalzl. In seguito alle dichiarazioni di Innerhofer, la FIS ha ricevuto numerose mail ingiuriose. Intanto la Federsci Internazionale lo ha deferito al Council che si terrà durante i Mondiali di Schladming. Secondo il regolamento, nell’ipotesi peggiore, rischierebbe addirittura la radiazione per queste dichiarazioni ritenute offensive. Un nota dell’agenzia di stampa austriaca APA, riporta però che Hujara avrebbe dichiarato questa sera che in seguito alle dichiarazioni rese da Innerhofer alla giuria, non ci sarà alcun procedimento e che si impegna anche a non far partire nessuna azione di diritto civile. Domani intanto c’è la discesa…’Inner’ partirà per quarantacinquesimo.

1 COMMENTO

  1. NON POTREBBE LA F.I.S.I. DIFENDERE IL PROPRIO ATLETA PRIMA CHE I MALINTESI,SE CI SONO STATI,DEGENERINO?E NOTARE CHE INNER E' UNO DEI TESTIMONIAL DELLA CAMPAGNA PUBBLICITARIA….
    ORA,ANCHE SE E' UN ALTRO DISCORSO(PLEASE… RIDERE PER NON PIANGERE),PERCHE' LA FIS DECIDE NUOVE MISURE PER I MATERIALI, SE NON SBAGLIO ANCHE PER LIMITARE LA VELOCITA' E QUINDI I RISCHI DEGLI ATLETI ,E POI TANTO PER NON FAR TORTI LI FA SCENDERE NELLA NEBBIA QUANDO LA, PROVA SERVE ,SI SA,PER PROVARE IL TRACCIATO E RACCOGLIERE MAGARI RIFERIMENTI PREZIOSI'.
    NON POTREBBE UNO DEI DELEGATI FIS CHE DANNO L'OK SCENDERE COME APRIPISTA PER PROVARE L'EBREZZA DELLE SCELTE DELLO STAFF?