Fill vince le supercombinate di Pila

4

Pietro: «Giusto essere al via, anche se io ho il posto assicurato»

Peter Fill si aggiudica le due supercombinate FIS (SuperG e slalom) disputate oggi sulle nevi valdostane di Pila ed organizzate dallo sci club Aosta. SuperG sulla Bellevue, mente sulla Nouva sono andati in scena gli slalom. Fill ha preceduto in entrambe le gare il C&B Emanuele Buzzi. Nella prima terzo lo svizzero Justin Muriser e nella seconda Paolo Pangrazzi. Fra i big al via Dominik Paris, che ha avvertito un problema alla schiena ma ha comunque portato a termine anche la seconda supercombi cimemtandosi in slalom, Siegmar Klotz, Mattia Casse, Silvano Varettoni ed Henri Battilani.

SIGNOR FILL  – Ecco Fill: «Queste gare sono state volute dalla Federazione per provare ad aumentare il contingente per Sochi. E’ stato giusto essere al via per fare più posti in vista dei Giochi, anche se io ho il posto assicurato. La FISI per me ha fatto tanto ed è giusto ricambiare. E poi due vittorie fanno sempre bene e sono un buon allenamento in vista di Wengen».

4 COMMENTI

  1. Visto che la "Federazione" non sa l'inglese, non capisce i regolamenti, ecc. qualcuno può spiegare come funziona questo regolamento, tanto sembra che tutti sappiano tutto, spiegatelo anche a me è poi discutiamo su cosa avrebbe potuto fare la federazione

  2. Complimenti alla Federazione…veramente…in questi casi altre nazioni avrebbero pensato di far partecipare i più giovani ma noi siamo in Italia…e detto quello, ho detto tutto!!!! Complimenti a Fill che tanto il posto ce l'aveva già…Voglio solo ricordare che ai Campionati italiani Giovani di Sta Caterina dell'anno scorso, i big non sono venuti…e la Federazione e i gruppi Militari (visto che questi atleti beccano anche uno stipendio) potevano obbligare loro a partecipare….Cosa che invece è stato fatto nelle donne….No comment

  3. Che tristezza si'!!!!! Complimenti alla Federazione che ha pensato organizzare queste gare solo ed unicamente per provare ad aumentare il contingente per Sotchi quando bastava a settembre 2012, leggere bene in inglese (cio' che per i dirigenti della federazione sembra ancora difficile) il regolamento dei contingenti a disposizione per ogni nazione!!!! Sarebbe stato sicuramente anche un bel modo per far fare punti ai giovani visto la difficoltà ad avere pettorali bassi per le gare di Coppa Europa e FIS….Ma la preoccupazione della Federazione ad oggi non sono i giovani e questo ne è l'ennesima conferma….