Federica Brignone, niente superG a St. Moritz

0

La valdostana si allenerà per i Mondiali. Esordio in Coppa per Delago

Nonostante l’ingresso tra le prime trenta ottenuto nell’ultimo superG di Coppa del Mondo, a Cortina d’Ampezzo, dove per altro era già andata a punti in passato in questa disciplina, Federica Brignone pensa ora ai Mondiali di Vail/Beaver Creek, in ottica soprattutto slalom e gigante.

PROGRAMMA – La valdostana, infatti, non sarà a St. Moritz con le compagne di squadra, per l’ultimo weekend del Circo Bianco prima della rassegna iridata americana. «Alla fine abbiamo deciso così – dice Federica – faccio riposare il ginocchio e ricarico le pile per Vail. Quindi, farò una settimana di lavoro a secco, prima di tornare a sciare in Val di Fassa. Cortina? Sono contenta perché sono scesa in condizioni di visibilità non ottimali, ma avrei potuto fare anche meglio!». 

CONVOCATE ST. MORITZ – La nazionale di velocità femminile si presenterà senza Daniela Merighetti e Sofia Goggia alla tappa svizzera di cui sopra: discesa sabato 24 gennaio e supergigante domenica 25 gennaio. Al via Elena Fanchini, Nadia Fanchini, Verena Stuffer, Johanna schnarf, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia e Nicole Delago, gardenese, classe 1996, nipote di Karla (un buon passato anche lei in Coppa del Mondo), prospetto interessante per le discipline veloci, all’esordio assoluto tra le grandi, mentre Anna Hofer prenderà parte solo al supergigante. 

STORIA – L’ultimo podio azzurro a St. Moritz risale al 2008, quando Nadia Fanchini arrivò terza in supergigante dietro a Gut (1a vittoria in carriera) e Suter; l’ultima vittoria è datata 2001, sempre in supergigante, con Karen Putzer a precedere Daniela Ceccarelli. Putzer si aggiudicò il supergigante del 1999 davanti ad Alessandra Merlin, mentre Isolde Kostner vinse la discesa nel 1999 e fu seconda nel 2000 e 2001 e terza nel 1999.  

 

Articolo precedenteCE a Zell Am See: vince Strachova. Costazza nona
Articolo successivoMarion Rolland, addio Mondiali. Gisin, quasi
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine