Fantastico Deville, terzo a Flachau!

0
1010

Vince Kostelic davanti a Myhrer, sesto Thaler

Ancora sul podio, questa volta terzo. E ancora un altro italiano nei dieci, al sesto posto. Fantastico Deville nello slalom di Flachau, sotto una fitta nevicata, intramontabile Thaler. I due azzurri sono le più belle sorprese della stagione. Dunque Cristian Deville, dopo il secondo posto di Beaver Creek, arriva terzo a casa di Herminator (presente al parterre), con una seconda manche di valore, con qualche pressione di troppo in un paio di passaggi. Deville deve cedere la seconda piazza a Myhrer, autore di una seconda manche a tutta e a sua maestà Kostelic, che stacca Myhrer di sette centesimi e Deville di 9. Solo  9 maledetti centesimi, dopo i 14 di Beaver Creek, dunque, separano Cristian dalla vittoria. Patrick Thaler non ha disegnato le ultime incredibili seconde manche ma anche questa sera ha recuperato qualche posizione, per la precisione due. Peccato per Manfred Moelgg, subito fuori, e Stefano Gross, che non ha saputo spingere abbastanza ed è arrivato ventitreesimo. Dietro al podio, nell’ordine, quarto Neureuther, poi Pranger, Thaler, Grange, Byggmark (grande seconda manche), Matt e Valencic. Fuori Hirscher, mentre Herbst è arrivato all’undicesimo posto. Una nota di merito per Roberto Nani. L’azzurro, partito con il 48, era ventottesimo al termine della prima manche, su una pista rovinata. Un controllo televisivo, però, ha evidenziato un’inforcata. Peccato, sarà per la prossima volta.

Articolo precedenteSlalom Flachau, il commento tecnico
Articolo successivoGrande attesa per lo slalom maschile di Flachau
Claudio Primavesi
DIRETTORE RESPONSABILE - Classe 1971, milanese di nascita, brianzolo d’adozione, l’importante è che da casa si veda qualche vetta innevata! Ha iniziato con un articolo su Buzzati sciatore per arrivare a… Sochi, prima per esplorare le cime caucasiche alla ricerca della neve fresca e poi per seguire le Olimpiadi. L’auto è sempre pronta: destinazione Sölden, Kitz od Ozegna, l’importante è raccontare ai lettori di Race che cosa succede davvero nel Circo Bianco.