Facce da C: Speranzoni, Lorini e Timon

0

Scopriamo tre Giovani che hanno fatto bene questo inverno

La Federazione Italiana Sport Invernali e in prima linea il direttore sportivo Massimo Rinaldi sono al lavoro non solo per definire i gruppi di Coppa del Mondo, ma anche le squadre B e C. E proviamo a prendere allora in considerazione la squadra C femminile e alcune atlete, che pur non essendo titolate di diritto a farne parte (come ad esempio invece le sicure ‘new entry’ Asja Zenere e Sabine Krautgasser) si sono davvero distinte.

MICHELA SPERANZONI – Fra queste c’è sicuramente Michela Speranzoni. L’emiliana, atleta di punta del CAE di Alessandro Biolchini, in un  inverno ha fatto una crescita straordinaria. Per il gioco degli scarti non ha vinto la classifica del GPI di gigante e così non ha avuto il diritto di entrare in azzurro. Questa ’95 ha vinto al Monte Spicco, poi seconda a Chiesa Valmalenco e terza a Pila ed Abetone. Inoltre si è imposta in una FIS di gigante all’Abetone davanti ad azzurre di B e C e a fine stagione da 60 punti FIS è scesa a 15. Inoltre in discesa da NC ha chiuso al secondo posto il GPI di velocità. Sicuramente è da tenere presente. Certo, sappiamo tutti dei problemi economici per le squadre B e C e dei relativi budget ristretti, ma nulla toglie a questo punto di mettere in piedi team abbastanza numerosi e da gestire in condivisione con le realtà di Comitati, gruppi militari e club. In alcuni casi queste strutture rappresentano un’eccellenza sotto i punti di vista della efficaccia del training e dell’organizzazione.

GIULIA LORINI – Inoltre si è messa in evidenza senza dubbio Giulia Lorini, classe ’95. La lombarda portacolori del Circolo Sciatori Madesimo di Davide Pedroncelli ha chiuso al secondo posto la classifica di slalom GPI. Doppietta Madesimo, quinta all’Abetone e out a Pila e Chiesa Valmalenco. Seconda appunto nella standing a quindici punti dalla vetta. Inoltre si è imposta in gare, anche se non di circuito, dimostrando assoluta regolarità: Madesimo, Bormio, Artesina ed in ultimo a Solda due giorni fa.

ALESSIA TIMON – E poi come non accennare all’Aspirante Alessia Timon? La ragazza di Fabrizio Martin, punto di forza del Comitato Alpi Occidentali, era ferma l’anno scorso per infortunio. La piemontese ha chiuso la stagione come migliore Aspirante al mondo in discesa e superG ed è entrata in superG nelle 100 al mondo. Bronzo ai Giovani di discesa a Pila è entrata a punti in Coppa Europa tre volte su sei partecipazioni totali: ventitreesima a Soldeu in superG, ventinquesima a Davos in superG e ventinovesima a Soldeu in Combinata Alpina.