Entusiasmo Razzoli

1
267

«Mai lavorato così tanto e bene atleticamente. Ora voglio le gare»

Non si ferma un attimo. Tre settimane a Ushuaia ‘a tutta’: il più veloce in slalom, davvero superlativo sui tratti piani in gigante. Poi il rientro in Italia, un po’ di riposo, la ripresa del lavoro ‘a secco’, la trasferta a Zermatt dove un giorno in gigante staccava i ‘best time’. Poi ancora a casa, a Villa Minozzo, a concentrarsi con la preparazione atletica. Sarà la vittoria nella Finale di Lenzerheide, sarà l’intramontabile gloria olimpica che da onore, serenità interiore e tanto affetto dei tifosi, sarà che il coach della B e ‘vicino di casa’ Ruggero Muzzarell è un nuovo punto di riferimento per il lavoro a casa, ma il reggiano è davvero su di giri. «Ho trascorso l’estate in cui mi sono allenato di più dal punto di vista atletico. E sugli sci ho buone sensazioni, ho voglia di gare a questo punto, di iniziare a misurarmi. Obiettivi? Chi vince un’Olimpiade o una gara in Coppa del Mondo ha solo e sempre un obiettivo, ossia continuare a vincere. Non c’è altra strada». Determinato, ma sempre umile, sicuro e deciso ma senza essere fuori dalle righe. L’olimpionico punta tanto sul prossimo inverno. E i materiali? ‘Razzo’ non lo dice esplicitamente, ma sembra che sia un po’ in ritardo sullo scarpone. Problemi di rigidità della plastica probabilmente. Un pensiero che però non sembra preoccupare più di tanto il ‘Giuliano Nazionale’: «Tutto è risolvibile». Ah, l’entusiasmo dei campioni…

1 COMMENTO