Elena Fanchini vola nel gelo di Lake Louise

0

La camuna e' terza: 'Momento magico'. Vince la Riesch

Si può correre a -30? Evidentemente sì ma la discesa di Lake Louise di oggi è stata una gara al limite, con due rinvii per una fastidiosa condensa che si impastava sulle maschere e lo start con un’ora di ritardo. Dal gelo è uscita prepotentemente Maria Hoefl-Riesch, già in spolvero nelle prove, che ha rifilato 70 centesimi alla svizzera Kaufmann-Abderhalden, una delle atlete rossocrociate più in forma del momento, e 1.20 a una Elena Fanchini che bissa il secondo podio su due discese. L’azzurra è decisamente la donna più in forma della ‘banda di Alby’ e anche oggi ha sfoderato una bella gara, in crescendo, ‘pennellando’ sui curvoni e disegnando linee redditizie da metà gara in giù. 

TOP TEN – Quarta a 1.27 Anna Fenninger, quinta Tina Weirather a 1.48, ma l’atleta del Liechtenstein è stata squalificata sembra per avere utilizzato delle protezioni fuori norma. Al suo posto la svizzera Nadja Kamer (+ 1.51), seguita da Tina Maze (+ 1.54), dalla canadese Larisa Yurkiw e dall’austriaca Stefanie Moser (+ 1.63), dalla spagnola Carolina Ruiz Castillo (+ 1.73) e da Lara Gut, oggi attardta di 1.82. 

PROVACI ANCORA LINDSEY – C’era tanta attesa per vedere Lindsey Vonn al rientro. La statunitense è apparsa ancora lontana dalla migliore forma e incerta in alcuni passaggi. Per lei il quarantunesimo posto a 3.41.

LE AZZURRE – Lontane dalla vetta le altre azzurre: ventesima Johanna Schnarf (+ 2.44), venticinquesima Verena Stuffer (+ 2.57), ventottesima Daniela Merighetti (+ 2.68), ventinovesima Nadia Fanchini (+ 2.85), quarantatreesima Francesca Marsaglia (+ 3.41), quarantasettesima Sofia Goggia (+ 3.49), quarantanovesima Camilla Borsotti (+ 3.60), cinquantaseiesima Lisa Magdalena Agerer (+ 4.91).

ELENA ESULTA – Le dichiarazioni della camuna: «Mai avrei pensato di raggiungere il Nord America e conquistare due podi, invece eccomi qua. Sono molto contenta, sapevo di poter ottenere un bel risultato anche oggi ed è per questo che prima di partire ero agitata. Mi sono qualificata per Sochi, è propio magico questo momento, come magica per me è la pista di Lake Louise».