Ecco i criteri per diventare azzurri

1

Domani a San Vigilio parte il Gran Premio Italia Junior

Ecco i criteri per entrare di diritto in squadra C&B che sono stati ufficializzati dal Consiglio federale e che raceskimagazine.it aveva già preannunciato nelle scorse settimane. Cosa ne pensate? Eccoli intanto:

DAL CIRCUITO GRAN PRIX
dal circuito Gran Premio Italia Giovani e Assoluto:
1.    Il/la vincitore/vincitrice della classifica Assoluta GPI Junior indipendentemente dall’anno di nascita;
2.    Il/la vincitore/vincitrice della classifica GPI Junior di GS indipendentemente dall’anno di nascita;
3.    Il/la vincitore/vincitrice della classifica GPI Junior di SL indipendentemente dall’anno di nascita;
4.    Il/la vincitore/vincitrice della classifica GPI Junior  di VELOCITA’ (DH+SG) indipendentemente dall’anno di nascita;
5.    Il/la migliore atleta fuori squadra della classifica  GPI Junior, che soddisfi i seguenti requisisti:
(se del ’93 deve essere classificato/a nei TOP 3 della classifica Assoluta , se del ’94 deve essere classificato/a  nei TOP 6 della classifica Assoluta , se del ’95 deve essere classificato/a nei TOP 10 della classifica Assoluta)
6.    L’atleta Senior avente diritto acquisto nel Gran Premio Italia FIS, come da regolamento Agenda dello Sciatore articolo 3.3.7.2
7.    La Super Combinata sarà valida solo ai fini della classifica generale.

Inoltre. Se il vincitore della classifica Assoluta Giovani fosse anche vincitore di una delle classifiche di specialità NON lascia il diritto al/alla secondo/a classificato/a
Se un atleta acquisisce un diritto all’accesso alle squadre dalla Coppa Europa viene tolto dalla Classifica GPI Junior e lascia il diritto all’atleta successivo in graduatoria
tutti i risultati si intendono al netto degli scarti
Per valorizzare il Titolo di Campione Italiano Giovani alle gare del campionato italiano (CIG) verranno assegnati i punti maggiorati di una quota pari al 25% dei punti conquistati

DALLA COPPA EUROPA
Chi è nei TOP 15 di disciplina (e in graduatoria punti FIS di specialità entro i 100 al Mondo) ed è dell’anno di nascita del ‘89 o più giovane per i maschi,  e del ‘92 o più giovane per le donne.
 

1 COMMENTO

  1. Se qualcuno pensava che il Grand Prix assegnasse più posti di prima a chi non fa parte delle squadre nazionali ha preso una grande cantonata. Infatti i punti da 1 a 4 possono essere vinti da un atleta già parte della nazionale e a meno di grandi cantonate dei tecnici federali pare improbabile che un non nazionale sia meglio di tutti i nazionali insieme (un conto è essere il migliore degli esclusi un altro il migliore in assoluto; se cosi fosse dovremmo dubitare sulle capacità dei selezionatori). Quindi rimane il punto 5 che è un po’ più restrittivo rispetto al passato (Beretta quest’anno non sarebbe stato incluso in nazionale perché arrivato 6 nella graduatoria generale).
    Di fatto se questo regolamento fosse stato in vigore quest’anno, nessun atleta avrebbe avuto diritto al passaggio automatico in nazionale: quindi rispetto a prima aumenta la discrezionalità tecnica (cosa che di per sé non è un male se i tecnici sono validi ed autonomi intellettualmente).
    Quindi , come troppo spesso avviene in Italia, si fa finta di cambiare tutto perché le cose rimengano come prima.