'E' solo una gara, ma la vergogna restera' per sempre'

1
1573

Kostelic pesantissimo sulle inforcate, ma da oggi è leader di Coppa

Che cosa ne pensa delle presunte inforcate di Neureuther e Hisrcher a Zagabria? La domanda del commentatore della televisione austriaca a Ivica Kostelic nel parterre dello slalom di Kitzbuehel è diretta. La risposta: «Questo lo dico in inglese, è solo una gara, ma la vergogna resterà per sempre». Parole che sono come pietre e non necessitano di nessun commento. Ivica, però, le ha meglio spiegate in una conferenza stampa alla quale si è presentato con un viso terreo, visibilmente contrariato. «Quelle parole non sono mie, ma appartengono alla storia. Nel 1415 la Francia ha perso la battaglia di Azincourt contro l’Inghilterra e il re si apprestava a scappare per salvarsi. Il suo comandante gli disse che era stata persa una battaglia ma la vergogna sarebbe durata per sempre». Kostelic ha anche detto che l’episodio della presunta inforcata della prima manche di Hirscher lo ha motivato ancora di più. «Lo sport ha dei valori, l’immagine che abbiamo trasmesso è abbastanza sporca, quando vengono dimenticati i valori, io personalmente non li dimentico». Altri macigni. A una domanda sulle considerazioni di Guenther Hujara sulle presunte inforcate, dopo avere fatto un respiro, ha semplicemente detto «ok». Il croato, però, ha anche motivo do gioire. Oggi infatti, con la vittoria nella combinata, davanti a Feuz e Zurbriggen, è passato in testa alla classifica generale con 755 punti contro i 725 di Hirscher. «Siono contento del mio weekend, perché è stato annullato i superG e ho avuto un giorno in più per riprendermi dalla botta rimediata nelle prove, e per la combinata, oggi è stata dura, ma gli organizzatori hanno fatto tutto quello che potevano».
 

Articolo precedenteVideo esclusivo: 'Devil' rivive la sua giornata magica
Articolo successivoRazzoli: 'Deville se lo meritava…'
Claudio Primavesi
DIRETTORE RESPONSABILE - Classe 1971, milanese di nascita, brianzolo d’adozione, l’importante è che da casa si veda qualche vetta innevata! Ha iniziato con un articolo su Buzzati sciatore per arrivare a… Sochi, prima per esplorare le cime caucasiche alla ricerca della neve fresca e poi per seguire le Olimpiadi. L’auto è sempre pronta: destinazione Sölden, Kitz od Ozegna, l’importante è raccontare ai lettori di Race che cosa succede davvero nel Circo Bianco.

1 COMMENTO