E se la persona giusta fosse Parrinello?

19
1026

Abbiamo incontrato il Colonnello: «Prima di tutto l'attività agonistica»

Nel parterre di Soelden c’era anche il vice commissario Vincenzo Parrinello, indicato da Franco Carraro nemmeno due mesi fa. Un tipo posato, composto, di poche parole, una proposizione tuttavia ricorre sempre nei suoi, pochi, interventi: «Primo gli atleti. Se si taglia, si guarda al settore amministrativo e alla burocrazia, mai all’attività». Il Colonnello della Finanza è proprio sulla  ‘linea Cararro’. A sguardi e battute sembra davvero che ci sia feeling con atleti e tecnici e, vista la ‘calma piatta’ di queste settimane in tema di candidature per le elezioni Fisi di marzo, ci chiediamo se non può essere lui il presidente per l’immediato futuro, il ‘traghettatore’ verso una nuova epoca di rapporti più distesi Fisi-Coni, il ‘Caronte’ che riporti serenità, unità, solidità alla Federazione Italiana Sport Invernali grazie al suo ruolo che dovrebbe essere di guida super partes. E cosa dice il Colonnello? «Darò sempre una mano al mondo della neve». Stringato, succinto. Come sempre. Ma cosa vuol dire? Un impegno diretto da numero uno? Un ruolo di seconda linea? Da leader della Fisi però condiviso e con il massimo consenso possibile? Intanto alla vigilia del gigante maschile ha presenziato alla cena, sobria ma fine, della Federazione. Una cena ‘nuova’ rispetto al passato. Meno incenso, meno clamori, niente inno di Mameli. Più ‘easy’ insomma. Giovedì intanto Audi organizza a Milano con Fisi e Ac Milan un evento per le nuove macchine. Parrinello ci tiene a sottolineare: «Anche nella nuova distribuzione delle automobili abbiamo dato assoluta priorità ad atleti e tecnici». Se il buongiorno si vede dal mattino…

19 COMMENTI

  1. Il vero problema è un altro. Il vero problema sono proprio i comitati… Un uccellino mi ha detto che un aspirante candidato Presidente si è presentato ad un comitato, che non specificherò, per chiedere appoggio ed in cambio gli sono state chieste 4 poltrone. Avete capito come funziona il movimento sportivo? Riflettete!

  2. Sono contento della precisazione di Race ( a mio parere non era neanche necessaria ) , in quanto a tirare le volate , visto le posizioni sempre e comunque " non partigiane " della redazione….Nell'intervento del dott. De Stalis ho trovato assolutamente dei punti di incontro su come dovrebbe essere un Presidente di Federazione. Ma i precedenti interventi della stessa persona , mi pare che fossero assolutamente di parte ( al contrario della redazione ) , di un certo " condannato "…..Ma veramente il " condannato " era uno che veniva dalla base ? Era uno lungimirante e con capacità manageriali , era uno che parlava 2 o più lingue ? era uno che non faceva brogli od imbrogli ? era uno che era baciato dal dono del colloquio e che sapeva rapportarsi con chi doveva o poteva aiutare la base e di riflesso la FISI ? Se veramente ( tutte cose smentite dai fatti…) era una persona così , allora rieleggetelo……… Mamma mia come siamo messi……L'On. Di Centa Manuela ( non stò a elencare le differenze tra Lei e il " condannato " ) sarebbe mortificante per chi ha eletto il " condannato "….sembrerebbe la persona ( citata dal dott. De Stalis ) che si é presentata presso i club , incassando dei Ni e dei No. E da qui vediamo che vi é la necessità di cambiare lo Statuto al più presto , che si arrivi ai 10 Consiglieri , che si arrivi a votare online , che si arrivi a non far più " recuperare " indirizzando i voti ai Pres. di Comitato , che si arrivi veramente a far votare gli appassionati i volontari e chi lavora sul territorio, cioé la base . Utopia ? Sogno ? Desiderio ? non lo so , so soltanto che se si continua così , la strada sarà sempre più buia e i nostri giovani saranno sempre gestiti in modo " clientelare " e senza nessuna o poca competenza .

  3. Riceviamo la richiesta di pubblicazione di un intervento dal sig. De Stalis e ne approfittiamo per una precisazione. Non 'tiriamo volate' per nessuno. Ci limitiamo a raccontare quello che succede nell'ambiente dello sci.
    Saluti

    "Può darsi che Raceski intenda "tirare la volata" a questo Sig.Parrinello, sulle cui capacità mamageriali
    non sono in grado di esprimermi, in quanto si tratta di un personaggio che ho sentito nominare per la prima volta dopo il commissariamento della FISI. Nulla vieta che si tratti di una brava persona, ma credo che, come fanno tutti
    i candidati o come hanno sempre fatto, debba andare nei Comitati Regionali, si presenti con tutto il suo bagaglio d'esperienza, se ce l'ha, rispondere alle domande che gli verranno sicuramente poste e poi verifiche se c'è la disponibilità a sostenerlo. Mi pare che in questi ultimi tempi qualcuno o qualcuna l'abbia già fatto, ma sembra che abbia raccolto molti "ni" e qualche "no". A votare vanno i Presidenti di Glub, i rappresentanti dei tecnici e degli atleti, non va sicuramente Carraro. Credo di poter affermare che i dirigenti di club preferiscano uno dei "loro" non uno che viene catapultato su un piedistallo, pronto per essere incoronato. Un vecchio Dirigente periferico, che da 60 anni ha in
    tasca la tessera della FISI la pensa così, ma è probabile che il parere di un vecchio appassionato di sci, non collimi
    con le strategie di certi luminari che mmagari si sono barricati sempre dietro una scrivania.
    Io spero tanto che prevalga l'edeale dello sport, al resto non sono interessato, come stanno facendo
    certi Ministri.
    Tita De Stalis"

  4. @Speranza: mi fido delle tue indicazioni su Parrinello ma mi permetto di non essere troppo d'accordo sulle tue stime elettorali: non credo proprio su tutta la Lombardia e tutto il Piemonte… poi, metà Veneto? No, troppo…

  5. Parrinello è un'ottima persona e un valido organizzatore, e quindi adatta a stare nel consiglio, perchè no anche come vice,ma la figura di un presidente deve nascere dalla base, scelto fra coloro che vivono il ns mondo. Per di più deve essere una persona di alta rappresentanza con caratteristiche manageriali, in grado di dialogare con le istituzioni, con il mercato che ruota attorno allo sci e non solo, parlare almeno due lingue, rappresentarci nel consiglio FIS in modo pesante per far recuperare all'italia il calendario perduto in questi anni !!!!
    I nomi ci sono, ma per ora non vengono allo scoperto; spetta noi scovarli….!!!

  6. Ti do ragione shark@ , qualità manageriali le ha anche questo personaggio , ti assicuro . Comunque dalle ultime voci sembra proprio che l'asse condannato-Ghilardi , presentino una candidatura con l'appoggio di tutta la Lombardia , tutto Piemonte , metà Veneto , metà Alto Adige e un pezzo di Friuli con un pezzo di Liguria. Altra candidatura ( non si sa chi , tanti i nomi….) tutto il resto. Conta dei voti , nessuna modifica dello statuto, antecedente alle nuove elezioni , ed allora ? Brutta , brutta , cosa……
    P.S. sto ancora aspettando risposta da SABO@ , però .

  7. Ottima persona e ottimo dirigente ma non credo sarebbe un Presidente perfetto… lo vedo meglio come Vice, con delega specifica… per la massima carica vedo meglio una persona con mentalità manageriale (ma sul serio, non come chi è stato commissariato a luglio)… c'è bisogno di chi tratti con le aziende…

  8. SABO@ . cosa intendi per mentalità troppo diverse ? La persona ha sempre vissuto nello sport ed é uno dei principali artefici , assieme al Gen. Gola , degli stupendi risultati di uno dei più grandi Centri Sportivi Militari d'Italia. Ma ti sei mai chiesto cosa sarebbe la FISI senza i Gruppi Sportivi Militari….? Spiegami perché non riesco a capire. Ma se in tutti i Club e Comitati si fa a gara per piazzare gli atleti/e nei Gruppi Sportivi Militari , perché il Col. Parinnello dovrebbe avere una " mentalità diversa " ?
    Grazie scusami .

  9. Cancellate pure i miei precedenti commenti, mi sono lasciato un po trascinare. Comunque se Parrinello fosse disponibile, penso che sarebbe un ottimo presidente della FISI. Competenze ne ha da vendere e sicuramente non incarnerebbe lo zoccolo duro che tanto si è adoperato in questi 6 anni per gettare discredito e zizzania sulla FISI, per spartirsi le poltrone, giacche, viaggi e soprattutto le Audi d'ordinanza.

  10. Signori, vi invito a sospendere immediatamente questa conversazioni. Ci sono siti e forum deputati a 'battibecchi' e diatribe. Se ci sono commenti sul contenuto dell'articolo, sono bene accetti. Tutto il resto non è interesse dei lettori, per cui non sarà accettato dalla redazione.

  11. Facci un favore, risparmiaci i tuoi commenti, se non sei capace ad articolarli. Come ti permetti di dire ad uno che lavora: risparmiamo sul suo stipendio? Voglio vedere te se ti dicessero: "ti licenzio senza preavviso perché mi sei antipatico". Prima di agitare le dita sulla tastiera, assicurarsi di avere il cervello connesso.