Dove si alleneranno gli azzurri?

6
221

I tecnici Fisi sono a caccia di piste innevate artificialmente da 'barrare'

I direttori tecnici non hanno ancora diramato le convocazioni per gli allenamenti della settimana prossima. Nonostante le ingenti nevicate delle ultime ore, sono davvero poche le località funzionanti o in procinto di aprire i battenti. Tuttavia domani si potrà sciare dalla Cima Bianca di Bormio 3000 a Valbella Bormio 2000. Max Carca è in contatto telefonico con la stazione valtellinese: “Dobbiamo accertarci della possibilità di bagnare una pista. Stanno lavorando affinché preparino un pendio vicino alla linea dell’acqua per poter barrare”. Anche i gigantisti dovrebbero raggiungere Bormio con gli slalomisti. Per i discesisti invece c’è l’ipotesi Val Senales, dove è probabile vadano anche le azzurre dello slalom e del gigante. Questa mattina Christian Thoma era in viaggio per Maso Corto per vedere le condizioni del ghiacciaio: “In basso c’è la possibilità di bagnare. Abbiamo sentito anche al Diavolezza in Engadina, ma ha nevicato davvero tanto e sono previste ancora precipitazioni”.
Se non troviamo le condizioni ideali potremmo anticipare la partenza per Levi, anche se questa mattina nella località lappone c’erano otto gradi”, chiude Max Rinaldi team-manager del settore femminile. Intanto si aspetta anche l’apertura del ghiaccio del Presena. Si parla addirittura di venerdì prossimo, ma sui 3000 tra Val di Sole e Val Camonica la linea dell’acqua per bagnare è stata disinstallata per volere degli ambientalisti. In Alta Badia e al Passo Furcia si apriranno gli impianti fra il 16 e il 17 novembre. Rimarrebbe Cervinia, ma si scia solo sul ghiacciaio del Palteau Rosa: i tecnici azzurri preferirebbero un allenamento meno in alto. Lo Stelvio intanto chiude lunedì. Infine è stata decisa la data della partenza dei velocisti azzurri alla volta del Nord America: 18 novembre.
Altra ipotesi accreditata è quella di Solda: la località alla base dell’Ortles è pronta ad aprire i battenti con tutta la zona alta del comprensorio innevata aartificialmente. I tecnici delle squadre nazionali sono in costante contatto con l’ex-azzurro Alex Ortler per prenotare le piste d’allenamento, ma è un’ipoesi molto interessante anche per gli sci club dato che c’è davvero molto spazio a disposizione. «Fa freddo, sta nevicando molto. Tutto procede per il meglio e dall’8 novembre, quando apriremo gli impianti, attendiamo le squadre azzurre» ci ha confermato telefonicamente lo stesso Ortler. Staremo a vedere…

Articolo precedente"A febbraio torno sugli sci"
Articolo successivoSkipass, ultimo giorno
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

6 COMMENTI