Dominique Gisin, un'estate al massimo

0

Celebrazioni, allenamenti, aerei: la svizzera non si e' fatta mancare nulla

Attraverso il suo sito ufficiale, sempre molto curato e ‘alternativo’, la campionessa olimpica in carica di discesa libera, ex aequo con Tina Maze, Dominique Gisin, svizzera di Engelberg, ci racconta come ha trascorso gli ultimi 60 giorni, davvero ricchi di appuntamenti per lei, tra allenamenti, celebrazioni, incontri e molto, molto altro… 

Nei mesi di giugno e luglio sono state poche le giornate trascorse sulla neve, ma questo periodo sta lentamente volgendo al termine. Nelle scorse settimane ho focalizzato la mia attenzione sull’aumento della massa muscolare, rafforzando nel contempo anche il mio sistema cardiocircolatorio. Durante questa fase della preparazione ho cercato soprattutto di migliorare la stabilità del tronco, la forza veloce, la forza esplosiva e la capacità di resistenza generale. Mi sono lasciata alle spalle ore e ore di allenamento a secco e quindi in questo momento la mia voglia di tornare sugli sci è … sproporzionata. 

La scorsa settimana a Vevey è stata divertente. Vela e un albergo da sogno ci hanno reso ancora più piacevoli questi giorni di allenamento. Alla fine della settimana sono stata ospite del Museo Olimpico di Losanna. La tuta da gara che ho indossato durante la discesa olimpica di Sochi con il resto del materiale, saranno presto esposti in una sala del museo e per me è un grande onore. La visita in questo luogo così importante dello sport è stata emozionante ed emotivamente forte. Ora attendo con impazienza di trascorrere qualche giorno tranquillo in quel di Engelberg prima di riprendere la strada in direzione Zermatt. 

In precedenza avevo visistato la Kunst- und Sportschule di Uster, una scuola secondaria per talenti dell’arte e dello sport. E’ stato davvero bello motivare questi giovani atleti, raccontando la mia esperienza di Sochi. Dopo un test di condizione fisica che mi ha dato buoni riscontri, sono ripartita tra le nuvole. Ho portato a termine una riqualifica sul Cessna C-182, volando poi con amici sopra un paesaggio, circondato da un cielo blu. 
Il mio film della settimana: Master & Commander – Sfida ai confine del mare (Russell Crowe è semplicemente fantastico). 

La mia canzone della settimana: Follow the Wind – Bastian Baker (musica svizzera per Festa nazionale svizzera).



 

Articolo precedenteVelociste austriache, lavoro atletico a Seefeld
Articolo successivoCyprien Richard verso il ritorno in pista
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine