Dominique Gisin, Mondiale Vail a rischio

0

La campionessa olimpica si è infortunata al piatto tibiale a Cortina

Rolland, Merighetti, Gisin: atlete simpatiche, brave, vincenti e anche tanto sfortunate. Tutte cadute a Cortina d’Ampezzo in superG (per la francese si attendono ancora nuove notizie), con conseguenze diverse, lunedì 19 gennaio 2015. 

PIATTO TIBIALESwiss Ski ci informa direttamente sulle condizioni della simpatica svizzera di Engelberg, già operata nove volte in passato: all’ospedale di Zurigo le è stata riscontrata una frattura non scomposta al piatto tibiale del ginocchio sinistro, con legamenti per fortuna non interessati. Un infortunio, questo, che solitamente prevede un stop di 6-8 settimane, quasi due mesi, secondo quanto riportato dalla FederSci elvetica. Oggi ne sapremo di più dopo ulteriori analisi. Resta il fatto che Dominique salterà al 90%, come Daniela Merighetti, la tappa di St. Moritz del fine settimana, proprio quella in casa, ma nel suo caso sono anche a rischio i Mondiali di Vail/Beaver Creek, che si aprono il 2 febbraio e prevedono come prima gara il superG donne il giorno successivo.     

 

Articolo precedenteMerighetti, mandibola fratturata. E quattro denti rotti
Articolo successivoIl pagellone di Race
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine