Domani in pista i Giovani-jet

0
163

Grande lavoro sulla pista per rimediare ai danni della pioggia

Niente da  fare oggi per la seconda prova cronometrata della discesa libera a Garmisch Partenkirchen. Domani è in programma la prima gara maschile, la discesa. Questa mattina la pioggia ha obbligato gli organizzatori a lavorare la Kandahar e cercare di tirarla insieme per domani, visto le previsioni meteo che danno ancora acqua. Al via Mattia Casse, ieri miglior azzurro in prova con il settimo tempo, Luca De Aliprandini, Antonio Fantino,
Riccardo Tonetti, Andy Plank e Dominik Paris, l’azzurro più atteso, quest’
anno sul podio in Coppa Europa. Flavio Roda ci presenta la Kandahar:
Domani i ragazzi correranno su una Kandahar inedita. La prima parte è sul pendio della Coppa del Mondo, poi la pista si immette in una zona nuova per terminare nel tradizionale ski-stadium. Un pendio non particolarmente veloce, sarà una discesa senza dubbio tecnica". Intanto gran lavoro sulla pista. “Abbiamo ‘salato’ tre quarti di pendio. Uno sforzo immane. Ho coordinato settanta persone. Abbiamo ‘riaperto’ il fondo nevoso, ma con i piedi, senza gatti, e buttato una quantità ingente di sale”, chiosa Markus Waldner, delegato Fis. Alessandro Serra, l’allenatore degli azzurri, ha visto i ragazzi muoversi bene nell’unica prova disputata ieri, “Paris, Casse e Plank sono il tridente che scheriamo, ma attenti anche agli altri. Sono fiducioso, nonostante il tracciato sia impegnativo”. Partenza della libera alle ore 10.