Discesa, scoppia il caso della preparazione estiva

4
1230

Live – Heel: «Ma che materiali, ci siamo allenati poco in discesa»

Al traguardo Werner Heel ci mette parecchio tempo a raggiunerci. La gara è ferma per il vento, ma il ‘jet’ della Val Passiria sta con lo sguardo fisso nel vuoto. Pensa e scruta, non parla e stringe i suoi Head al petto. Werner è deluso, ma subito mette in chiaro una cosa: «Ora basta parlare degli sci, dei materiali. Ieri sono arrivato quarantesimo in superG, ma in alto, nella parte più scorrevole sono stato undicesimo. Oggi, e non c’era vento quando son partito, ero buono in alto. I problemi non sono gli sci. Vado poco sulla neve morbida e soprattutto faccio fatica in ingresso curva, in particolare quando bisogna attaccare curvoni lunghi su pendii dolci. Faccio troppo attrito, sono troppo brusco». Werner aspetta Bormio e poi gennaio, quindi pone l’accento anche sul fatto che in allenamento ha fatto poca discesa: «Adesso arrivano i pendii più adatti alle mie caratteristiche. Speriamo. Mi mancano comunque giorni di lavoro estivi ed autunnali. Da due anni non andiamo più a Las Lenas, solo a Ushuaia. In Terra del Fuoco quest’estate abbiamo trovato condizioni non ottimali e comunque cosa sono 35 secondi di discesa? Nemmeno un test materiali… Poi con il fatto che non andiamo a Zermatt è dura fare discesa sugli altri ghiacciai alpini. Abbiamo fatto praticamente superG sui ghiacciai austriaci. Forse l’anno scorso andavamo bene perchè sfruttavamo il lavoro fatto ancora l’estate precedente…». Ma è così costoso programmare per l’alto livello un periodo a Las Lenas, o altrimenti in Cile o Nuova Zelanda? Ma la Fisi non doveva tagliare tutto tranne l’attività? Non doveva tagliare sull’amministrazione, su via Piaranesi, rispetto ai training e alla programmazione in vista di Schladming 2013 e Sochi 2014? Costa così tanto fare tre settimane per i discesisti e le discesiste di Coppa del Mondo in estate dove ci sono piste idonee e soprattutto allenanti per la scorrevolezza, che è poi il nostro punto debole? Vabbè…pista Stelvio salvaci tu…

4 COMMENTI

  1. per sapere cosa hanno fatto le altre squadre basta dare un'occhiata ai vari siti federali, blog o quant'altro, certamente i velocisti di tutte le nazioni del mondo non si sono fermati a Ushuaia. Le parole di Werner sono sacrosanta verità. I nostri e le nostre cominciano a rendere dopo gennaio, quando ,dopo prove e gare, FINALMENTE si sono allenati. Sono fin troppo bravi per la "programmazione" federale, che si accorgerà che siamo arrivati a Sochi quando dovranno fare i visti per i passaporti.

  2. Sono pienamente d'accordo con Heel ,abbiamo una federazione che fa schifo,che tratta i nostri atleti come atleti di serie B forse sarebbe ora che il coni dia allo sci quello che realmente gli spetta,ma purtroppo noi stiamo in italia e daltronde come nella politica si va a pescare sempre dove ci sono i poveracci,vai grande Werner tutta la vita con te………….

  3. Prima di polemizzare non sarebbe illuminante un bell'articolo su cosa hanno fatto le altre nazionali nel periodo di preparazione alla nuova stagione?
    Ed un parere degli sky men che danno il tocco finale ai materiali?
    Spero che gli spunti siano interessanti.