Didier Cuche annuncia il ritiro a fine stagione

2
1483

Kitz live – ha organizzato un'affollatissima conferenza a Kitzbuehel

«Era da un anno, dalla scorsa primavera, che stavo pensando se ritirarmi, non è stato facile, ho iniziato la stagione con il 50% di possibilità di prendere una decisione o l’altra, ma alla fine ho deciso, la mia pancia mi dice che è ora di cambiare e ora che vi ho comunicato la mia scelta mi sento più leggero». Ha esordito così Didier Cuche nella ‘sua’ Kitzbuehel, in un’affolatissima conferenza stampa alle 14. Davanti a centinaia di obiettivi, lo svizzero ha detto di avere deciso di annunciare il suo ritiro lunedì mattina e di avere scelto Kitz «perché qui tutto è iniziato 16 anni fa e perché è la gara più famosa e più bella». Cuche ha ringraziato «tutte le persone senza le quali non avrei potuto fare quello che ho fatto» a partire dalla famiglia, dal fratello Alain, fedrazione, skimen, allenatori, compagni d squadra. A proposito di squadra, nessuno sapeva della sua decisione prima di Kitzbuehel. E il futuro? «Prima di tutto verrò a Kitzbuehel e mi siederò in poltrona a vedere gli altri che scendono» ha detto Didier sorridendo. Cuche, che si ritirerà a fine stagione, lavorerà con una nota ditta di orologi, che è già suo sponsor, con Audi e sta discutendo con Head. «Poi aiuterò i ragazzini del mio paese, quelli da 10 a 14 anni, a fare il prossimo passo sugli sci» ha concluso.

Articolo precedenteD-air: procedono a pieno ritmo i test dell'airbag
Articolo successivoSuperG, si partira'?
Claudio Primavesi
DIRETTORE RESPONSABILE - Classe 1971, milanese di nascita, brianzolo d’adozione, l’importante è che da casa si veda qualche vetta innevata! Ha iniziato con un articolo su Buzzati sciatore per arrivare a… Sochi, prima per esplorare le cime caucasiche alla ricerca della neve fresca e poi per seguire le Olimpiadi. L’auto è sempre pronta: destinazione Sölden, Kitz od Ozegna, l’importante è raccontare ai lettori di Race che cosa succede davvero nel Circo Bianco.

2 COMMENTI