Deville, Gross e Thaler: alba con l'antidoping Wada

0
1148

Questa mattina alle 7 controllo a sorpresa per i campioni azzurri

Prima dell’allenamento odierno allo Stelvio, una sveglia particolare per tre slalomisti azzurri del gruppo Coppa del Mondo. Infatti alle 7 hanno bussato alle camere dell’Hotel Capitani al Passo Stelvio due dottori della Wada, l’agenzia antidoping. Controllo a sorpresa insomma per i tre slalomisti, ma ecco Deville: «Alle 7 sono venuti due dottori della Wada, a me era successo già in primavera. Sono controlli normali, loro sanno dove ci troviamo sempre, in quanto rendiamo sempre noti i nostri spostamenti, così vuole il regolamento internazionale dell’antidoping. Prelievi del sangue e urine, poi via a sciare».

Articolo precedenteRigamonti al fianco di Irene Curtoni
Articolo successivo'A tutta in slalom e gigante'
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...