Day 5 – Domani la libera. Fanchini: "E' la mia neve"

0
172

La camuna con il 22, Merighetti 22, Schnarf 26 e Stuffer 27

Domani tocca alle donne. Alle 11 sulla Kandahar la libera femminile. Le azzurrre della velocità sono alla ricerca della prima medaglia, del primo podio stagionale. Che Kandahar sarà? Non sarà ‘vetro’, ma per le donne comunque non si tratterà certo una passeggiata. Elena Fanchini è decisa. "Se la neve è più molle per me è quasi meglio. Questa è la mia neve. Sono contenta della stagione, anche se mi manca un acuto significativo. Domani darò tutto, sono molta concentrata su questo obiettivo". La camuna di Montecampione è stata d’argento ai Mondiali di Santa Caterina Valfurva nel 2005 sempre in libera. Sarebbe fantastico un altro sigillo. Ma l’Italia questa volta parte agguerrita più che mai. "In superG e supercombinata ho visto il giusto atteggiamento. Domani sarà importante non perdere la concentrazione, non cercare di strafare ed attaccare. Noi partiamo fra le favoritissime, ma siamo pronte ad approfittare del primo errore delle nostre avversarie", sostiene Raimund Plancker, l’allenatore delle velociste. Daniela Merighetti cerca il primo podio nelle discipline veloci. Era arrabiata dopo la supercombi, e domani, conoscendola, partirà determinata. Si merità una soddisfazione del genere dopo questi anni al vertice della velocità. Al via anche Johanna Schnarf ed infine Verena Stuffer, all’esordio a Garmsich.