Day 4 – Sale sulla Kandahar. Intanto Inner ha la febbre

0
228

Innerhofer ha qualche linea di febbre e rinuncia all'estrazione

Christof Innerhofer ha la febbre. Nel primo pomeriggio l’oro del superG ha deciso di non recarsi all’estrazione dei pettorali e di mettersi a letto, a causa di alcune linee di febbre e di un raffreddore fastidioso. "Per motivi precauzionali abbiamo lasciato riposare Christof. E’ raffredato e ha un po’ di febbre, era giusto preservarlo per la discesa di domani", fa sapere il dott. Andrea Panzeri della commissione medica Fisi. Intanto è appena finita la riunione di giuria. Il comitato oragnizzatore è intervenuto sul caso cronometraggio sostenendo che vi erano stati problemi nell’installazione di una fotocellula. Ora è tutto a posto, Intanto domani si parte alle 10. Già nella notte ‘saleranno’ la Kandahar con il ‘ptx’: il problema della neve ‘molle’ è davvero oggettivo. Straordinari per gli skiman allora. Abbiamo chiesto a Thomas Tuti, skiman Head di Werner Heel, che sci userà il velocista della Val Passiria: "Il vero cambiamento è sulla sciolinatura, perchè la neve è davvero diversa. Utilizzeremo scioline più morbide, con più fluoro, per amumenare la scorrevolezza dello sci. Werner userà uno sci nuovo, molto maneggevole, utilizzato per la prima volta in prova oggi. Le lamine? La neve è molle, il problema è se fosse aggressiva. Non cambio questo aspetto".  Domani gara: in pista con Innerhofer e Heel, anche Peter Fill e Dominik Paris.