Day 10 – Denise, la forza di crederci sempre

1
211

Un quarto posto che riproietta la Karbon nell'elite del gigante

Onore a Denise Karbon. La trentenne di Castelrotto recupera dalla nona posizione e chiude ancora con un altro quarto posto. Garmisch Partenkirchen: un altro Mondiale, un’altra grande prestazione. Certo, potremmo stare qui a parlare dell’ennesimo quarto piazzamento della ‘Denny’ da Castelrotto, ma visto l’infortunio al ginocchio a novembre questa gara vale una medaglia. Il podio mancato brucia, brucia anche quell’errore che è costato forse addirittura l’argento, ma alla luce di questa stagione quella della Karbon è una grande performance. Nel 2003 a St. Moritz argento, poi bronzo a Aare 2007. In Val d’Isere due quarti posti, vuoi in gigante, vuoi in slalom. Maledetti centesimi sicuramente, ma noi vogliamo sottolineare il fatto che ‘Denny’ è sempre lassù, fra le prime delle classe. Medaglie di legno inutili, qualcuno scriverà, qualcun altro affermerà; ma noi vogliamo sostenere che in dieci anni, e se non con dieci ma con tanti infortuni, la sua classe è rimasta cristallina. Prima della gara aveva sostenuto: "Sono stata capace di fare grandi risultati nonostante fresca di infortunio, se succede così anche a Garmisch?. Certo, nell’ appuntamento di Arber, non avevo le giuste sensazioni…ma chissà…io ci credo sempre". Denise oggi ha fatto una cosa più grande di lei. Anzi, grande come lei. Dieci anni da protagonista. Il podio a questo punto è questione di settimane. "Ma questo è quasi un podio intanto, perchè non credevo di essere così avanti. Sono davvero felice, ci tengo a dire che non vedo questo risultato come un podio perso…"
 

1 COMMENTO