David Fill: "Ci e' mancata convinzione e cattiveria"

0

Il coach: «Oggi si salvano solo le giovani»

Una brutta gara per le discesiste, senza se e senza ma. David Fill prova a vederci qualcosa di positivo, ma dopo il superG di Beaver Creek è dura: «Le giovani, ossia Elena Curtoni e Francesca Marsaglia sono nelle venti, si stanno avvicinando nuovamente alle prime. Per il resto…». L’altoatesimo, al primo anno come responsabile delle ‘jet rosa’ commenta la prova delle ‘senatrici’ azzurre: «Va bene che c’è Lindsey Vonn che domina ogni gara, ma noi dobbiamo essere con quelle appena dietro. Invece siamo troppo lontane dal podio. A Lake Louise positive anche se poco regolari Lucia Recchia, Elena Fanchini e Johanna Schnarf, ma nel superG di Beaver Creek siamo indietro. Oggi è mancata la convinzione, siamo state poco cattive, le ragazze sono state passive e si sono fatte intimorire da un tracciato difficile. La Fanchini è uscita, indietro la Recchia, attardate anche Schnarf e Merighetti. Quest’ultima ha problemi alla schiena, ma comunque non dobbiamo cercare scuse oggi…».

Articolo precedentePoker Vonn: ormai si corre per il secondo posto
Articolo successivoAspettando la Gran Risa…
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...