Da Stubai parte l'operazione Soelden

0
392

Lunedì slalomgigantisti in Austria. Forse c'è anche Ploner

Jacques Theolier e i tecnici azzurri hanno deciso. Prende forma il programma di avvicinamento a Soelden, reso incerto dalle condizioni non ottimali dei ghiacciai in queste settimane a causa dell’innalzamento delle temperature. Lunedì gli slalomgigantisti si recheranno a Stubai, dopo che Alexander Prosch ha visionato la località: sul ghiacciaio austriaco tre giorni di allenamento. Convocati Massimiliano Blardone e Giovanni Borsotti, che avevano saltato l’appuntamento di Zermatt in quanto rientrati più tardi dall’Argentina, Davide Simoncelli, Alberto Schieppati, Florian Eisath, Manfred Moelgg, Giuliano Razzoli, Stefano Gross e Cristian Deville, che lamenta ancora problemi a causa della distorsione alla caviglia. Ma attenzione, forse rientra in anticipo anche Alexander Ploner. «Il crociato non era rotto completamente, quindi le fasi di recupero sono più corte. In queste ore vedremo se anche Ploner riuscirà a fare campo libero a Stubai con la squadra. Questo raduno sarà effettuato ancora con gigantisti e slalomisti insieme. poi vedremo se lavorare divisi. Con il proseguo delle settimane agli slalomisti di Coppa del Mondo verranno aggregati anche i più giovani», fa sapere il francese Theolier, responsabile del team delle discipline tecniche.

Articolo precedenteEntusiasmo Razzoli
Articolo successivoTutto Bianco, training allo Stelvio
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...