Cyprien Richard, mister 100.000 euro

1
498

Dopo il podio in Alta Badia, altro grande risultato per il francese

Il francese Cyprien Richard si è imposto nel gigante del World Alpine Rockfest che si è svolto sulle nevi trentine della Paganella. Il gigantista transalpino, già terzo in Alta Badia, ha superato nella fase finale lo svizzero Carlo Janka, Davide Simoncelli ed il norvegese Aksel Lund Svindal. Gran spettacolo sulla Olimpionica 2 di Pian Dosson, che  ha consegnato il ricco montepremi di 100.000 euro al vincitore, una somma ingente, visto che Max Blardone in Alta Badia si è portato a casa 31.000 euro. Pista vetrificata dal ghiaccio vivo, pendenze quasi al 65%, una grande festa intorno all’evento sportivo grazie anche al concerto dei Placebo che hanno chiuso la manifestazione. Felicissimo, come ovvio, Richard, che ha definito «meraviglioso per la promozione dello sci» il format del World Alpine Rockfest prodotto dalla società americana Top Out Sports ed acquisito da Paganella Ski. Il vincitore ha ammesso: «Non mi aspettavo di poter vincere questa gara così particolare: la consapevolezza è cresciuta manche dopo manche, fino alla finalissima. Superare campioni di questo calibro mi dà un’enorme fiducia per le prossime gare. L’emozione più grande? Devo ammetterlo: ricevere un assegno da 100.000 euro non accade così spesso… Ma ho anche trovato, intorno al World Alpine Rockfest, una passione straordinaria. E poi l’abbinamento col rock è ideale». Davide Simoncelli ha confessato il comprensibile, duplice rammarico: «Mettetevi nei miei panni: arrivare a 16 centesimi da 100.000 euro fa un po’ girare le scatole, e poi mi sono stancato di salire sul podio uno o due gradini sotto il vincitore. Spero proprio di poter colmare questo gap già nello slalom gigante di Adelboden. Che cosa mi è piaciuto di più in assoluto? Tagliare il traguardo accompagnato dalle note della canzone rock preferita (“Thunderstuck” degli AC-DC – ndr) sparata a tutto volume».

Bode Miller ammette di non aver potuto affrontare la sfida nelle migliori condizioni fisiche: «La caviglia destra mi fa ancora male. E in più ho sbagliato la scelta degli sci. Se aggiungiamo una prestazione al di sotto delle possibilità, ci sta un risultato deludente. Il WARF ha un grande futuro: è un evento originale organizzato benissimo».

Ha assistito allo slalom gigante anche Steve Forrest, batterista dei Placebo. «Sino ad oggi non ero mai salito sulle piste di montagna: che scoperta! Credo proprio che ci tornerò. Sci o snowboard? So già surfare, forse meglio lo snow… Ho trovato un ambiente davvero friendly e ho voluto stringere la mano a Bode Miller: un mito». Il World Alpine Rockfest sarà mandato in onda sabato 26 dicembre da Eurosport1 alle 9.00 e da Eurosport2 alle 18.30. Quindi domenica 27 (Eurosport1 ore 10.00), lunedì 28 (Eurosport2 ore 14.00), martedì 29 (Eurosport2, ore 11.30). Su RaiSport Sat, giovedì 31 alle 14.45.

Classifica manche finale
1. Cyprien RICHARD (FRA) 29.57
2. Carlo JANKA (SUI) +0,08
3. Davide SIMONCELLI (ITA) +0,16
4. Aksel-Lund SVINDAL (NOR) +0,32

Classifica terza manche
1. Davide SIMONCELLI (ITA) 29.65
2. Carlo JANKA (SUI) +0,06
3. Cyprien RICHARD (FRA) +0,09
4. Aksel-Lund SVINDAL (NOR) +0,26
5. Ted LIGETY (USA) +0,27
6. Marc BERTHOD (SUI) +0,76
7. Julien LIZEROUX (FRA) +0,93
n.c. Alberto SCHIEPPATI (ITA)

Classifica seconda manche
1. Cyprien RICHARD (FRA) 29.62
2. Davide SIMONCELLI (ITA) +0,01
3. Alberto SCHIEPPATI (ITA)  +0,15
4. Carlo JANKA (SUI) +0,16
5. Aksel-Lund SVINDAL (NOR) +0,32
6. Marc BERTHOD (SUI) +0,33
7. Ted LIGETY (USA) +0,39
8. Julien LIZEROUX (FRA) +0,43
9. Tommy FORD (USA) +0,45
10. Marcel HIRSCHER (AUT) +0,61
11. Tim JITLOFF (USA) +0,79
12. Christof INNERHOFER (ITA) +1,11

Classifica prima manche
1. Marcel HIRSCHER (AUT) 29.22
2. Ted LIGETY (USA) +0,12
3. Aksel-Lund SVINDAL (NOR) +0,18
4. Cyprien RICHARD (FRA) +0,25
5. Tommy FORD (USA) +0,30
6. Marc BERTHOD (SUI) +0,40
7. Alberto SCHIEPPATI (ITA) +0,43
8. Davide SIMONCELLI (ITA) +0,44
9. Carlo JANKA (SUI) +0,52
10. Christof INNERHOFER (ITA) +0,64
11. Julien LIZEROUX (FRA) +0,82
12. Tim JITLOFF (USA) +0,91
13. Matthias HARGIN (SWE) +0,99
14. Philip SCHOERGHOFER (AUT) +1,16
15. Bode MILLER (USA) +1,17
16. Felix NEUREUTHER (GER) +1,30
17. Marco BUECHEL (LIE) +1,36
18. M. OSBORNE-PARADIS (CAN) +1,55
 

1 COMMENTO