Cuche in pista a Vancouver con una placca nella mano

0
90

La conferma in conferenza stampa a Zurigo

Didier Cuche è un duro, questo lo sapevamo. Però in questi giorni ce ne ha dato prova una volta di più. Infatti ha confermato in conferemza stampa presso l’ospedale Schulthess di Zurigo che sarà in gara a Whistler e che non solo intende partecipare, ma attaccare per vincere le medaglie nelle ‘sue’ discipline: discesa libera, superG e gigante. Il dottor Stephan Schindele ha applicato una placca in titanio e sette viti per ‘tenere’ insieme la frattura alla mano di Didier, che in un normale decorso ospedaliero avrebbe necessitato dalle sei alle otto settimane di stop. Per conoscere tutto su Didier Cuche si può leggere l’esclusivo servizio ‘Tutti gli uomini di Didier Cuche‘ di dieci pagine sul numero 108 di febbraio di Race ski magazine in edicola da domani.