Concluso Rewoolution Winter Raid

0
634

Vanno in Nuova Zelanda Italian Cowboys e Ciumbarumba

In una splendida giornata di sole e di montagna, si è tenuta la seconda edizione dei Rewoolution Winter Raid 2012, format multisport di successo. Domenica 1 aprile nell’affascinante località di Livigno, 24 team, dopo il briefing presso il Race Office, si sono presentati ai nastri di partenza in centro al paese. Road Book  in mano e snowboard, sci o telemark ai piedi, tutti i rider sono scattati allo start per affrontare la gara, che si è svolta su due comprensori unici e incantevoli: Carosello 3000 e Mottolino. I team, costituiti da tre persone ciascuno, hanno percorso l’intero tracciato affrontando discipline differenti, quelle tecniche – slalom gigante, skicross, freeride, freestyle e chilometro lanciato – e quelle divertenti come salto sul materassone gonfiabile e planata sull’acqua. Il punteggio finale di tutte le prove è stato integrato dalla ricerca dei Check Point disseminati sul territorio e dal photo contest. Al primo posto per la categoria Pro si è piazzato il team Italian Cowboys  (M. Murer, D. Schmalzl, A. Martini) che ha completato il percorso totalizzando 25.750 punti e per la categoria Amatori il team Spia Shop (M. Mazzola, A. Pilloni, E. Fornoni) che ha chiuso totalizzando 24.500 punti. La premiazione finale ha raggiunto il momento più emozionante quando sono stati nominati i vincitori del viaggio in Nuova Zelanda, offerto da ZQ in collaborazione con Rewoolution. Ad aggiudicarsi il fantastico volo oltreoceano sono stati due team, entrambi partecipanti alle due edizioni dei Rewoolution Winter Raid (Dolomiti 18 Marzo e Livigno 1 Aprile): Italian Cowboys, che ha raggiunto la miglior classifica globale nelle due tappe e Ciumbarumba che, baciato dalla fortuna, è stato estratto a sorte. Con la proclamazione dei vincitori si chiude così la sessione invernale dei Rewoolution Raid. L’activewear brand, Made in Italy e prodotto 100% in pura lana Merino, dà appuntamento alle due tappe estive che, sempre in fantastiche località outdoor, vedranno prossimamente gli atleti affrontare nuovi percorsi e nuove discipline.