Concluso il secondo raduno atletico del Trentino

Abilita' e divertimento alla base della preparazione di Lavarone

0

Si è concluso oggi il secondo raduno atletico del Comitato Trentino. Prima una settimana a Predazzo, poi tutti a Lavarone. Prosegue con linee guida ben precise la preparazione delle squadre femminili e maschili. Quindici gli atleti a disposizione di Luca Scarian, ormai da quattro stagioni preparatore atletico delle formazioni regionali.

ABILITA’ E DIVERTIMENTO – La parola d’ordine si chiama abilità. Esercizi di tutti i tipi ma anche giochi individuali e di squadra, tutti rigorosamente incentrati su questo aspetto. «Ho visto che non siamo ancora molto abili e quindi voglio concentrare il lavoro su un fattore specifico» ha detto Luca Scarian. Preparazione atletica, bici, montagna, sci d’erba e diverse attività collaterali, alternando sedute di ‘carico’ e momenti di divertimento. È un altro aspetto che in Trentino non viene sottovalutato. «Abbiamo fatto 8 ore di sport al giorno, divertendoci, imparando nuovi giochi e caricando quando era necessario – dice ancora Scarian -. Il nostro progetto è quello di praticare sport a 360° senza avere tempi morti davanti ai cellulari, ai computer o in camera. Con questo non significa che abbiamo sempre e solo forzato. C’è stato tempo per tutto: divertirci a pallavolo e svolgere i classici esercizi rivolti allo sci».
ACROBATICA – In casa Trentino è importante anche l’acrobatica, tanto che ogni due settimane gli atleti si ritrovano per portare avanti le lezioni. «Ho sempre sposato questa attività e sono convinto che sia più utile una programmazione cadenzata piuttosto che una settimana intensa come in molti fanno» ha concluso Scarian.
Le squadre regionali prossima settimana raggiungeranno il Passo dello Stelvio per un raduno sulla neve, mentre il prossimo atletico inizierà il 1° settembre, questa volta al mare, a Gabice Mare.