Conci, assist a Ravetto

3
442

La minoranza chiede il rinnovo del contratto del DT per acclamazione

Il Consiglio Federale ha deciso di chiudere al 30 aprile i contratti stipulati con i tecnici. Si legge in un comunicato Fisi. "Tale decisione scaturisce dall’esigenza di avere un quadro di riferimento economico-finanziario relativo alle predette collaborazioni alla luce delle disposizioni di cui alla legge 122/2010 relative al contenimento delle spese, che rimanda l’approvazione del bilancio preventivo 2011".  Insomma, si aspettano i finanziamenti del Coni per riformulare i contratti. Tuttavia non è un segnale incoraggiante e stimolante dopo un Mondiale ricco di soddisfazioni, ma via Piranesi afferma che è solo una questione burocratica. Sarà, ma urge al più presto una programmazione nel breve periodo, per avere la serenità di ripartire al più presto e con la giusta efficacia, per conservare insomma quanto di buono fatto fino ad oggi. Lorenzo Conci, consigliere di minoranza, aveva addirittura proposto un rionnovo del contratto del dt Claudio Ravetto per acclamazione: "Voleva essere un segnale, un plauso per quanto di buono ha fatto il dt ai Mondiali, ovviamente insieme agli atleti e a tutti i tecnici". Intanto durante il Consiglio è stata ritirata una delibera mirata a chiedere alla Fis il reinserimento di Giovanni Morzenti nell’assise internazionale. Non è stata presa in considerazione, anche perchè non è un compito che spetta alla Fisi. 

3 COMMENTI

  1. Sicuramente si puó dire che una voltache Morzenti abbia deciso una cosa difficilmente cambierá idea. Il buon Claudio peró si deve anche ricordare che non puó chiedere la luna, in quanto non potrá mai essergli concessa. Per quattro giacche che sono arrivate in ritardo e qualche altra cazzata (scusatemi la parola) un direttore agonistico non si puó permettere di attaccare continuamente il Presidente della SUA (anche di Ravetto) Federazione. Qui invece sembra che Ravetto dovesse proteggere gli atleti dalla Federazione e lo ha ampiamente dimostrato durante la stagione in corso con il suo comportamente verso i Consiglieri Federali ed il Presidente. Che ció non é cosí e che ció non potrá mai essere accettato credo che tutti siamo d´accordo. Inoltre deve ricordarsi di un fatto molto importante. Se le ultime elezioni le avesse vinte l´altra cordata, Ravetto era fuori causa il giorno dopo e probabilmente le medaglie sarebbero arrivate ugualmente. Per favore, non sopravalutare mai l´operato di un singolo perché se penso che anche lui tante volte nella stagione ancora in corso non sapeva neppure cosa facessero le femmine della Squadra A – per non parlare di squadre B e circuito FIS-Giovani, dove non é mai stato intravisto – mi chiedo se la sua richiesta di rimanere direttore agonistico unico per maschi e femmine (per non avere nessuno fra i piedi) non sia il risultato di una leggera perdita di buon senso. Altrimenti dovrebbe essersi reso conto, che con tutta la buona volontá questo non é fattibile.
    Con questo commento non voglio togliergli neanche un pizzico delle sue altissime qualitá, ma vorrei solo farlo tornare con i piedi per terra e ricordargli che se tutti avessero seguito il suo credo, che é quello di seguire solamente pochi atleti di altissimo livello (anche nei giovani) e di lasciare perdere gli altri, quest´anno non avremmo festeggiato 3 medaglie ai mondiali di Garmisch di un solo atleta che si chiama Christof Innerhofer. Semplicemente perché avrebbe dovuto smettere prima, in quanto non sarebbe mai entrato in questi parametri.

  2. Se Morzenti ha fatto la SUA scelta niente e nessuno lo fermerà figuriamoci se i suoi "fedelissimi" dicono qualcosa piuttosto che contraddirlo lo assecondano. Addirittura qualcuno di questi "fedelissimi" ha pensato di scrivere alla FIS per riammetterlo. Non mi stupirei se questo qualcuno non sia il Bellantonio solo lui può pensare a una cosa del genere cadendo nel ridicolo davanti a tutto il consiglio!!!