Christof Innerhofer, voglia di vincere

0
91

"Nei momenti difficili ho capito cosa significa vincere in Coppa del Mondo"

"Quando l’anno scorso ho fatto un po’ fatica e soprattutto dopo che a marzo ho avuto i problemi alla schiena che si sono associati all’ernia, ho capito davvero cosa avevo combinato la stagione precedente. Vincere in Coppa del Mondo è stato un grande obiettivo raggiunto, ma nè in quell’istante, nè dopo qualche mese mi ero reso conto", ci dice Christof Innerhofer al Passo dello Stelvio. Due giorni per riprendere il giusto feeling con la neve, per preparare il ritiro di luglio con la squadra a Les 2 Alpes. ‘Inner’ adesso sta bene. A marzo un forte mal di schiena lo ha bloccato, inoltre ha subito un intervento chirurgico per un’ernia inguinale. "Positiva la prima uscita sulla neve, non sciavo dal 12 marzo, il superG delle finali di Coppa del Mondo di Garmisch. Prima la riabilitazione, più che altro tanto riposo, quindi ho potuto dedicarmi al lavoro atletico. Avevo perso massa muscolare, ora va meglio. Certo, non devo forzare ancora". Il finanziere altoatesino intanto pensa alla prossima stagione: "Voglio arrivare competitivo quando inizieranno le gare. Ho vinto, l’obiettivo è confermare quel risultato. Mi sento polivalente, anche se al momento vado più forte nelle discipline veloci. In Argentina come sempre farò un gran lavoro, e mi aggregherò anche con slalomisti e gigantisti. Però dall’anno scorso ho imparato una cosa, ovvero devo dosare le forze e soprattutto riposarmi di più. La stagione passata tornato dalla Terra del Fuoco mi sono messo subito sotto a lavorare, vuoi atleticamente, vuoi subito sulla neve. Ho sbagliato". Intanto la prossima stagione avrà un nuovo skiman: “Si chiama Alec Kalamara, è sloveno, fino all’anno scorso era con Ted Ligety. Uno skiman tutto per me, sono contento”. Arrivano i bambini dello sci club Bormio: "Se tu quello che ha vinto sulla Stelvio, a casa nostra?". Si, è ‘Inner’, ma lui non si vuole certo fermare: "Vincere ancora, e farlo presto".