Christof Innerhofer punta in alto

0
735

Anche tanto slalom e gigante nella preparazione estiva

Tempo di due ruote per Christof Innerhofer. “Alla Maratona Dles Dolomites ho fatto il corto piano, per allenamento. L’anno prossimo vedrete, andrò forte nel medio”. Inner ha già corso a Lienz, “una sfida con Manni Moelgg”, e domenica correrà la Sud Tirol Dolomiti Superbike a Villabassa, la manifestazione per antonomasia in Italia delle ruote grasse. “Ma preferisco la bici da strada”. Innerhofer partirà alla volta dell’impianto indoor olandese di Landgraaf. “Un allenamento con gli slalomisti, anche per il discorso supercombinata”. Il finanziere di Gais è un polivalente di razza. “Ora conto di essere regolare in gigante. Mi allenerò a Ushuaia con i gigantisti e dopo il periodo in Sud America con i velocisti mi aggregherò ancora con i gigantisti in vista dell’opening di Soelden. Qual è la specialità che preferisco? Quella in cui in quel determinato momento vado più forte!”. Ora capisce quello che ha fatto a fine dicembre sulla Stelvio. “Solo a fine stagione mi sono reso conto della fantastica impresa di Bormio: ho capito cosa vuol dire vincere in Coppa del Mondo e su una pista così affascinante”. Inner ha già sciato in tre raduni. “Non è che la vittoria cambi le mie convinzioni. Credo che un raduno al mese sia necessario. Non voglio stravolgere le mie abitudini. Certo, è dura, ma so che se scio con continuità dopo è più facile raccogliere frutti in inverno”. La solita determinazione e schiettezza di Christof, che conclude: “C’è una novità, in quanto a Paul per la velocità la Rossignol mi ha affiancato un altro skiman per slalom, gigante e supercombi. Si chiama Niclass Cronsell, è svedese ed ha tanta esperienza”.
Insomma, in tempi di crisi, le eccellenze vengono comunque sostenute a dovere.

Articolo precedenteFisi, che bilancio
Articolo successivoGiorgio Rocca, niente Argentina
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...