Chiesa, Pardeller ok. Tante azzurre, ma solo 53 al via

4

E' stata un'occasione persa per fare punti preziosi?

A Chiesa Valmalenco è andato in scena il primo dei due slalom FIS organizzati dall’ AS Caspoggio, l’intramontabile realtà presieduta da Raffaele Dorigatti. E’ stata l”atleta di interesse nazionale’ Sarah Pardeller ad avere la meglio. L’altoatesina ha chiuso con il tempo di (1.45.86), e ha preceduta l’atleta di casa, precisamente malenca di Caspoggio, la C&B Nicole Agnelli (1.46.82), già terza in Coppa Europa nel primo gigante di Levi. Terza un’altra atleta inquadrata fra le ‘interesse nazionale’: Marta Benzoni (1.47.6). Quarto tempo per Sabrina Fanchini (1.47.34), quinta Alessia Medetti (1.49.03), sesta Carmen Geyr (1.49.31), settima Roberta Midali del Radici (1.49.60), ottava la ceca Eva Kurfurstova (1.49.83), nona Maria Nairz (1.49.84), decima Federica Sosio (1.50.09), undicesima la trentina Giulia Benedetti (1.50.12), dodicesima la valdostana Martina Perruchon (1.50.66), tredicesima l’altoatesina Sabine Krautgasser (1.52.02), quattordicesima Nicole Delago (1.52.06), quindicesima Verena Gasslitter (1.52.08). Out nella prima manche Chiara Costazza e Michela Azzola. 

OCCASIONE PERSA O NO? L’appuntamento di Chiesa Valmalenco tuttavia ha visto solo 53 atlete in partenza. Ma forse è stata allora un’occasione persa? Al via della FIS oggi vi erano atlete azzurre che gareggiano in Coppa del Mondo e in Coppa Europa, una cosa che non capita spesso per quanto riguarda lo sci italiano. Poteva essere un’occasione per le atlete dei Comitati di fare punti importanti in vista del proseguo della stagione? Forse. E’ vero che queste gare dovevano essere svolte a Madonna di Campiglio, è vero che molte atlete hanno voluto ‘assaggiare’ in alcune FIS in Val Passiria la pista che ospiterà il Gran Premio Italia, ma l’opportunità per far punti a Chiesa poteva essere ghiotta? Cosa ne pensate?

Articolo precedentePoker austriaco in Val Gardena
Articolo successivoBallerin, stagione finita
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

4 COMMENTI

  1. … riguardo alla partecipazione, la crisi morde … non ho controllato di persona ma mi diceva un ragazzo che ha 90 p Fis che a parità di punteggio, oggi, rispetto a 3 anni fa, è passato dal >1500 simo al mondo al 800simo ( ripeto i numeri, se veri, sono molto approssimativi ma danno l'idea)

  2. Per me ha ragione Pez, è stata un'occasione persa. E il fatto che chi c'era non ha abbassato i punti non è un buon motivo per giustificare le assenze. Ma forse tante preferiscono far solo le Njr che misurarsi con quelle più forti

  3. Mi sembra che non ce ne sia una che ha migliorato il punteggio, quindi direi proprio di no… Chiamano le atlete di Coppa per far abbassare i punteggi alle giovani e poi tirano tutte come delle matte per non farsi battere dalla compagna si stanza. Oggi non so come sia andata ma spesso è successo così.