Chamonix, il pagellone di Race

0
Domink Paris esulta a Chamonix @Agence Zoom

Ecco puntuali come ogni lunedì le pagelle di Race Ski Magazine.

Discesa, 20 febbraio 

Dominik Paris, voto 10: Accarezza la neve con maestria e leggiadria. Su piste da slittoni è semplicemente il più forte. E’ tornato il vero Paris: vincente.

Peter Fill, voto 7,5: Un quinto posto che lo lancia in prima linea per la conquista della Coppa del Mondo di discesa. Ha 69 punti di vantaggio su Theaux e 73 su Jansrud. E mancano solo due gare. Vicino alla gloria.

Mattia Casse, voto 6,5: Un bel quindicesimo posto: Mattia cresce anche in discesa, non solo in superG.

Emanuele Buzzi, voto 5,5: Un piccolo passo indietro rispetto alla Corea

Christof Innerhofer, voto 4,5: Inner trentesimo? Un brutto fine settimana

Silvano Varettoni, Werner Heel, Paolo Pangrazzi, Siegmar Klotz: voto 4,5: Anche questa volta non riescono a lasciare il segno.

Combinata Alpina, 19 febbraio

Dominik Paris, voto 9: In slalom fa paura e in discesa recupera e costruisce un ottimo secondo posto. Un Paris così, se poi il tracciato dello slalom è filante, è fra i papabili candidati al podio della disciplina ai Mondiali e Olimpiadi.

Riccardo Tonetti, voto 7: Non sbaglia un colpo il nostro polivalente, inesauribile e mai domo. Una stagione infinita e ricca di soddisfazioni.

Peter Fill, voto 6: Può fare meglio e avvicinarsi maggiormente ai primi. Ma va bene così e risparmia energie per il finale di stagione in discesa.

Siegmar Klotz e Mattia Casse, voto 5,5: Non basta una top 30 per la sufficienza.

Guglielmo Bosca ed Henri Battilani, voto 5,5: Fanno vedere qualcosa di buono, ma il primo in slalom e il secondo in discesa possono e devono fare meglio. Siamo comunque all’inizio di una carriera e il tempo ci sarà per esprimersi.

Christof Innerhofer, Emanuele Buzzi e Paolo Pangrazzi, voto 5: Il primo troppo attardato, gli altri due deragliano in slalom.