CE, Lisa Agerer risorge a Soldeu e vince il superG

1

Chiusa la stagione, ultimi posti fissi per Miradoli, Flury e Puchner

Una lacrima le sarà scappata, nel Principato d’Andorra. E’ ‘solo’ una vittoria in Coppa Europa, per altro la numero 11 per lei che si era aggiudicata il trofeo assoluto tre anni fa, ma significa tantissimo, significa tornare a rivedere la luce, avendoci sempre creduto, dopo un periodo difficile, in cui i risultati non arrivavano e in cui aveva perso anche la Nazionale. Ma non la fiducia in sé stessa e del suo gruppo sportivo militare. Lisa Magdalena Agerer chiude l’annata conquistando il superG di Coppa Europa a Soldeu, con il tempo di 56”88, trenta centesimi meglio di Jasmine Flury e 6 decimi avanti a Mina Fuerst Holtmann, che si conferma però atleta dal futuro scritto. Da vincente. 

GARA – Quarta l’austriaca Tamara Tippler, quinta la francese Romane Miradoli, sesta l’austriaca Nina Ortlieb, settima la tedesca Marlene Schmotz, ottava, nona e decima le austriache Kerstin Nicolussi, Mirjam Puchner e Martina Rettenwender.

POSTO FISSO – La francese Miradoli vince la classifica di specialità e va in Coppa del Mondo con Flury e Puchner.

ITALIA – Le altre azzurre: undicesima Jole Galli, quattordicesime ex-aequo Verena Gasslitter e Valentina Cillara Rossi, ventesima Federica Sosio, ventunesima Anna Hofer, ventitreesima Alessia Timon, trentaquattresima Nicole Delago, non è arrivata al traguardo Asja Zenere. Nella classifica finale di superG, la migliore italiana, dopo quattro prove, è Federica Sosio, settima con 163 punti. Al prossimo anno! 

 

Articolo precedenteRazzoli quinto: 'Attaccherò, non ho altra scelta'
Articolo successivoFenninger prima, Maze seconda. Tutto in una manche
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine