CE a Sella Nevea, Pangrazzi nono nel superG di Schmed

1

Tanti azzurri a punti: De Vettori, Buzzi, Cortella, Bosca, Paini

A Sella Nevea, Alpi Giulie, provincia di Udine, con contingente italiano raddoppiato (come sempre per le gare di casa), è andata in scena questa mattina il terzo superG maschile di Coppa Europa, vinto dallo svizzero Fernando Schmed (primo podio e prima vittoria per lui nel circuito continentale). 

GARA – Dietro Schmed, ecco quattro austriaci: Mayrpeter, secondo, Scheiber, terzo, Danklmaier, quarto e Schweiger, vincitore ieri a Saalbach, quinto. Poi Monsen, Kroll, Oreiller e Tumler, nono ex aequo con il migliore degli azzurri, Paolo Pangrazzi

ITALIA – Gli altri azzurri: tredicesimo Matteo De Vettori, quindicesimo Emanuele Buzzi, diciassettesimo Michele Cortella, ventitreesimo Guglielmo Bosca, ventiquattresimo Federico Paini, trentaseiesimo Stefano Baruffaldi, trentanovesimo Andy Plank, quarantunesimo Carlo Beretta, quarantatreesimo Henri Battilani, quarantacinquesimo Andrea Ravelli, quarantaseiesimo Luis Kuppelwieser, quarantasettesimo Alexander Rabanser, non sono arrivati al traguardo Nicola Cotti Cottini, Francesco De Candido, Davide Cazzaniga e Michelangelo Tentori.

CALENDARIO E CLASSIFICHE – La Coppa Europa maschile riprenderà a Jasná, in Slovacchia, dove il 2 e il 3 marzo sono in programma due giganti. In classifica generale, guida sempre il norvegese Ramus Windingstad con 463 punti. Secondo è Riccardo Tonetti a quota 455; nella graduatoria di superG, dopo tre prove, davanti a tutti c’è l’austriaco Mayrpeter con 180 punti. Primo degli italiani Mattia Casse, decimo a 80 punti e oggi impegnato a Garmisch-Partenkirchen per le prove della discesa di Coppa del Mondo. 

 

Articolo precedenteReichelt il piu' veloce nella prima prova a Garmisch
Articolo successivoVonn dimentica il passaporto, ma… arriva a Bansko
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

1 COMMENTO