C&B a San Benedetto del Tronto

0

San Benedetto Live – E' l' Hotel Sporting il quartier generale

Dal mare alle colline, dalla costa marchigiana di San Benedetto del Tronto ai Colli del Rosso Piceno. Settantacinque chilometri con mille metri di dislivello: eccolo il ‘menù di giornata’. Dal lungomare di San Benedetto, subito la salita in direzione Grottamare fino al GPM di Ripatransone. Quindi Cossignano, e subito ancora in piedi sui pedali e naso all’insù verso la seconda salita di giornata: Offida. A seguire Castel Di Lama e poi pianura ‘a tutta’ verso Colli del Tronto, Monsampolo del Tronto e rientro a San Benedetto. Il raduno dei C&B insomma è entrato nel vivo: cinque giorni di lavoro ‘a secco’ in questo angolo di costa marchigiana al confine con l’Abruzzo, per avviare definitivamente la preparazione atletica in vista della stagione agonistica 2013-2014.

‘GIORDA” TIRA IL GRUPPO – Guidati da Thomas Valentini e Daniele Simoncelli i ragazzi presenti sono dieci. C’è ‘Giordà’ Ronci: il romano sempre in testa al gruppo a tirare, vuoi in salita, vuoi in pianura. Se in Sicilia l”uomo solo al comando’ era il ladino Manfred Moelgg, nella Marche ecco il giovanotto laziale. In forma il rientrante in azzurro Carlo Beretta, brillante sulla rampe marchigiane e ‘passistone’ in pianura. E poi il vice campione del mondo juniores Alex Zingerle, che zitto zitto nel finale del giro era un ‘vagone’ decisivo del treno tirato da Ronci. Quindi lo sprinter Henri ‘Cavendish’ Battilani, il più giovane del gruppo Davide Da Villa, e Pietro Franceschetti, Michael Eisath e Guglielmo Bosca, corazzieri da pianura. A lottare sulle ascese picene ci sono anche Daniele Sorio e Matteo De Vettori: entrambi infortunati la passata stagione e vogliosi di far bene dalle prime uscite.

SOGGIORNO ALL’HOTEL SPORTING – I ragazzi soggiornano presso lo Sporting Hotel di San Benedetto del Tronto, una struttura oltremodo confortevole e davvero comoda per la logistica, ideale insomma per raduni di questa tipologia. E soprattutto, ottima location in quanto lo Sporting è a 50 metri dal mare,  perfetta posizione per raggiungere la spiaggia per il tradizionale (e meritato) riposo dopo pranzo.

Articolo precedenteGinnastica acrobatica, ecco le immagini
Articolo successivoAcrobatica, la parola a Ciavolella
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...