Cazzaniga e Tentori: non mollare mai

0

I Senior di 'interesse nazionale' si alleneranno con lo sci club Lecco

Michelangelo Tentori e Davide Cazzaniga in prima linea. Sempre sul fronte, a combattere, ad elevarsi come bandiere di uno sport che non può esaurirsi a vent’anni, concludersi negli anni dove in tutti gli altri sport si inizia a fare sul serio. Già punti di forza del Comitato Alpi Centrali, tutti e due brianzoli, uno lariano e l’altro monzese, ‘Mich’ dal Lecco all’esperienza significativa con le Fiamme Oro e ritorno, ‘Cazza’ che dopo i problemi di salute dei primi anni di categoria la stagione passata ha coronato una ottima annata con il titolo italiano di discesa.

SENIOR DI ‘INTERESSE NAZIONALE’ – Il primo del ’91, il secondo del ’92: vanno avanti determinati e con l’obiettivo di crescere ancora e dimostrarlo nel circuito continentale. Non a caso sono stati inseriti nel gruppo dei ‘Senior di interesse nazionale’, e parteciperanno agli stage estivi con la FISI. Intanto per Tentori e Cazzaniga gli allenamenti con lo sci club Lecco: il sodalizio di Montanelli&Brivio continua ad essere fra le realtà più attente non solo ai Giovani ma anche ai Senior.

FRA STELVIO E LAVORO ‘ A SECCO’ – Per i due ragazzi intanto già quindici giorni di sci sul ghiacciaio ‘di casa’, lo Stelvio, agli ordini di Pier Dei Cas e Carlo Riva. In autunno lo staff sarà poi integrato da ‘Frik’ Presazzi. Ma in questo periodo non c’è solo la neve, anzi, ma intenso è il lavoro ‘a secco’ sotto lo sguardo vigile di Dino Tenderini e Davide Cereghini. Tentori e Cazzaniga lavorano sodo insomma, con in testa già l’inverrno, le gare, e dimostrare il loro indubbio valore.

Articolo precedenteIvica Kostelic torna sulla neve
Articolo successivoPeter Fill e i Carabinieri al volante
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...