Carca: "Lake Louise? Meglio andare via…"

3
2629

«Problemi ai materiali e vento. Speriamo di rifarci a Beaver»

Max Carca, coach dei discesisti e responsabile dei polivalenti, quasi ci scherza su: «Due sono le cose positive dopo Lake Louise. La prima è che nessuno si è fatto male, la seconda è che stiamo andando via. Si, meglio andare via. La gara? Ci sono stati problemi con i materiali, anche gli skiman lo sanno. Lo dicono i tempi, le analisi. Già la Men’s Olympic non è mai stata troppa idonea per noi, poi sui piani abbiamo fatto proprio fatica. Inoltre anche il vento e la scarsa visibilità hanno reso la gara ancora più insidiosa. Peccato per Peter Fill, in prova non era male, ma sotto i piedi non aveva dei missili. Bene Siegmar Klotz. In discesa ha preso una raffica su un salto, gara compromessa. In superG ha dimostrato carattere e sensibilità ottima su queste nevi. Lasciamo il Canada con la speranza di rifarci a Beaver Creek». Dopo il superG gli azzurri hanno raggiunto Calgary. Oggi destinazione Colorado.

Articolo precedenteSlalom Aspen: la Schild mette il turbo
Articolo successivoLindsey Vonn annuncia il divorzio
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

3 COMMENTI

  1. Ciao Max, grazie dell'intervento. Credo che la tua risposta sia esattamente nello spirito costruttivo per cui abbiamo attivato la possibilità di commentare gli articoli della redazione. In bocca al lupo per Beaver Creek.

  2. ciao a tutti,volevo rispondere a roberto riguardo l'articolo di Pez! Siamo consapevoli di essere andati piano ed di non essere dei fenomeni nelle condizioni che abbiamo trovato a Lake Louise! Riguardo ai materiali volevo solo precisare che analisi dei parziali alla mano si può notare che anche i conpagni di marca stranieri più blasonati(Janka e Guay per Fill,Zurbriggen e Defago Per Inner) e notoriamente più veloci dei nosri sui piani, partiti con pettorali vicini ai nostri,nessuno ha fatto meglio del 40esimo parziale!!! Lo sci ha tante variabili e non è nel nostro stile accampare scuse,in Canada le abbiamo prese………non colpevoliziamo nessuno e lavoriamo a testa bassa per far meglio! massimo carca

  3. Concordo con Carca su quasi tutto ma non su :"problemi con i materiali"? ma sono mesi che li state testando!e gli Skiman sanno che ora, a stagione iniziata, ci sono problemi con i materiali ? Ora ? ma non potevano far emergere le problematiche prima ed in tempo utile per risolverle? Purtroppo è facile per noi Italiani dare sempre la colpa ad un qualcosa che non ha anima,cuore ,occhi e orecchie che pero' alla fin fine a tutti noi, tifosi della nostra Squadra Nazionale lascia un tremendo amaro in bocca.A proposito il vento e la scarsa visibilità l'hanno avuta quasi tutti.Ad majora Roberto