Buio nero per le azzurre a Levi

2
137

Vince a sorpresa Lindsey Vonn. Migliore delle nostre Nicole Gius

La statunitense Lindsey Vonn ha dominato il primo slalom della stagione disputato sulle nevi finlandesi di Levi. L’americana, vincitrice dell’ultima sfera di cristallo, dimostra di esser davvero in forma tra i pali stretti. Dopo il nono posto di Soelden, la poliedrica campionessa Usa sale sul gradino più alto del podio lappone precedendo di quattro decimi la svedese Maria Pietilae-Holmner. Terza la tedesca Maria Riesch. L’austriaca Nicole Hosp, seconda dopo la prima manche, retrocede in quarta piazza. Nonostante i distacchi dalle prime non fossero ingenti, le slalomiste azzurre non sono riuscite a recuperare posizioni nella seconda sessione. La migliore è solo dodicesima: Nicole Gius. La altoatesina di Prato Stelvio aveva chiuso tredicesima la prima, ma a nemmeno un secondo dal podio. Tuttavia una prova incolore nella seconda. Tredicesima Manuela Moelgg e diciassettesima Chiara Costazza completano il magro bottino italiano. Denise Karbon, diciottesima dopo la prima sessione, è caduta nella seconda manche: una botta al polpaccio, tuttavia solo un piccolo problema muscolare. Non si sono qualificate per il secondo round Johanna Schnarf e Irene Curtoni. Ecco il direttore tecnico Michael ‘Much’ Mair: "Sinceramente mi aspettavo di più. D’altronde in gara non siamo riusciti a confermare quanto di buono abbiamo fatto negli ultimi giorni di allenamento. Purtroppo conta la gara, e dobbiamo prendere atto del risultato. Le nostre hanno patito la parte iniziale. Hanno faticato sul piano, si sono difese sul muro. La Karbon è caduta nella seconda manche, ma niente di grave. Solo una botta muscolare".

2 COMMENTI