Borsotti, il primo giorno di scuola

0
636

Fra Verano Brianza e Novarello inizia la stagione con il gruppo CdM

E’ iniziata la stagione agonistica 2012 di Giovanni Borsotti. Il carabiniere di Bardonecchia, forte del ‘posto fisso’ in gigante conquistato in seguito ad un’annata sensazionale in Coppa Europa, è entrato a far parte con tutte le carte in regola nel gruppo Coppa del Mondo delle discipline tecniche. A Verano Brianza i test atletici. E’ un po’ come il primo giorno di scuola per ‘Gio’. Al posto del banco c’è il cicloergometro, al posto dei libri la pedana per i balzi. Ma poco cambia, l’atmosfera è la stessa. Un grande giorno, un traguardo raggiunto. “Da metà inverno ero spesso aggregato al gruppo Coppa del Mondo, ma adesso è diverso. Mi sento parte del progetto a tutti gli effetti. L’anno scorso sono cresciuto gara dopo gara, piano piano ho capito che potevo fare il posto fisso, e mi sono distinto non solo in gigante. Poi la convocazione ai Mondiali di Garmisch, un momento fondamentale della mia giovane carriera. Ora sono qui con i big azzurri e adesso c’è da affrontare una stagione nella massima serie, nel circuito continentale mi cimenterò nelle altre discipline. Un ringraziamento particolare? Ad Alessandro Serra su tutti, ma anche a Ruggiero Muzzarelli. Tuttavia ho avuto la fortuna di trovare in squadra un grande coach, Jacques Theolier. Sono contento di misurarmi con Jaques e con questo nuovo staff. Il futuro? Voglio essere il più regolare possibile, affacciarmi fra i primi della classe. Poi il resto verrà da sè…”. Dopo Verano a pedalare a Novarello. Poi una settimana all’Isola d’Elba per continuare la preparazione atletica e fare un pò di mare…E’ ancora presto per la neve.
 

Articolo precedenteMatteo Marsaglia, voglia di emergere
Articolo successivoLecco, realta' vincente
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...