Borsotti da paura: a Meribel domina la supercombi

0
454

Serra: "Pettorale novantacinque e vittoria assoluta, davvero superlativo!"

Meribel, Francia: oggi tempo di supercombinata. Giovanni Borsotti fa una cosa incredibile: parte con il pettorale numero novantacinque, dopo la ‘musica’ insomma, ma chiude fantastico secondo il superG. Poi è la volta dello slalom: manche lunga, tracciato angolato, neve ‘barrata’, ma ‘Gio’ è protagonista di una frazione ‘di testa’. Alla fine tra le porte strette è quinto, ma complessivamente si porta a casa la supecombinata di Coppa Europa."Ogni giorno che passa mi stupisce sempre di più. Tre podi in gigante, poi i un calo fisiologico, adesso invece è tornato a sciare anche meglio di prima. Fantastico. Domani chissà cosa c’è da aspettarsi in gigante…", chiosa Alessandro Serra, il ‘Capitan Futuro’ degli  azzurri che si cimentano nel circuito continentale. "Ieri ventunesimo, oggi sapevo che potevo fare un’altra bella gara nonostante il pettorale proibitivo, ma non certo così. Sono partito deciso, libero di testa, alla fine con naturalezza è arrivata questa vittoria sensazionale", afferma quasi incredulo Borsotti che ha accorciato in classifica generale dal francese Alexis Pinterault: ora sono 134 punti il distacco. Il carabiniere di Bardonecchia supera lo svizzero Reto Schmidiger, quindi ci sono due statunitensi in classifica, Noel Kasper e Colby Granstrom. Buon udicesimo posto per Mattia Casse, quindi sedicesimo c’è Hagen Patscheider. Trentesimo Jonas Senoner, trentasettesimo Marco Tomasi. Out Luca De Aliprandini, Florian Eisath, Adam Peraudo, Michele Cortella, Kurt Pittschieler, Elmar Hofer e Silvano Varettoni.