Borsotti che mazzata! Stagione finita

4
1693

Verra' operato dal dottor Panzeri all'inizio della settimana prossima

Confermata la prima diagnosi: Giovanni Borsotti, caduto oggi a Sestriere in allenamento, si dovrà fermare tutta la stagione. Il talentino di Bardonecchia si è procurato la rottura del crociato anteriore del ginocchio destro e anche la rottura del menisco. Stiramento del crociato anche del sinistro. «Che dire, la stagione finisce qui purtroppo. Già ad inizio settimana mi opererà il dottor Andrea Panzeri che mi ha appena visitato a Como. Tra le cause a mio giudizio ci sono i nuovi sci. La FIS ha scelto queste nuove misure sopra la testa degli atleti. Intanto siamo noi a farci male..» fa sapere Giovanni al rientro da Como con papà Dario e la fidanzata. 

Articolo precedenteCoppa Europa: Goggia seconda a Trysil
Articolo successivoA Carezza slalom 'barrati'
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

4 COMMENTI

  1. E' indubbio che un cambio di misure dei materiali non è facile da sincronizzare con il tipo di sciata "memorizzata" nel tempo dall'atleta.Il punto è questo non credete?Se ne avvantaggia chi ha cercato di far sua al più presto la novità modificando od ottimizzando la sciata.
    In parole povere forse paga chi non ha ancora trovato la sua chiave di volta ,mentre si avvantaggiano coloro che pur facendo parte del "coro critica" hanno scoperto di sapersi adattare in fretta ai centimetri di differenza.
    Se ne vedranno delle belle in Europa? Non è che negli States i concorrenti siano rimasti tutti in piedi…
    Auguri Borsotti!!La tua carriera è ancora lunga!!

  2. prima dell'inizio della stagione tutti a parlare male delle nuove regole per gli sci, inizio stagione prime gare e tutti a parlare bene: secondo me ne vedremo delle belle sulle piste europee sia dal punto di vista infortunistico che dal punto di vista stilistico….