Bormio, Moelgg torna sul podio

0

Manfred e' terzo alle spalle di Neureuther e Hirscher

Seconda manche sotto i riflettori per lo slalom di Bormio. Ed è podio per Manfred Moelgg. La lotta per il successo è stata tra Hirscher e Neureuther: erano separati da un solo centesimo, il tedesco è stato costante per tutta la manche, l’austriaco ha pagato un po’ all’inizio, ha provato a recuperare, ma alla fine si è trovato con 36 centesimi di ritardo. ‘Manni’ ha fatto la sua gara, all’attacco soprattutto nella seconda parte: alla fine terzo con 65 centesimi. Un ritorno in grande stile e si fa festa a Bormio.

SUPER YUASA – Il giapponese ha ‘firmato’ una seconda manche delle sue: velocissimo nei cambi, sempre a ritmo. Il suo tempo è irraggiungibile per tutti: l’unico che si è avvicinato è stato lo svizzero Aerni con un ritardo di 30 centesimi e l’altro svizzero Yule a 47. Erano ventunesimo dopo la prima manche con 1"98 da Hirscher: si piazza quarto a 73 centesimi, a soli 8 dal podio di Moelgg.

TOP TEN – Quinto lo svedese Hargin, ma il ritardo sale già sopra il secondo, poi JB Grange, il norvegese Kristoffersen, il tedesco Dopfer, lo svedese Myhrer e lo svizzero Aerni.

GLI ALTRI AZZURRI – Patrick Thaler esce dai primi dieci, undicesimo con un ritardo di 1"76. C’era attesa per Cristian Deville, quindicesimo dopo la prima manche: aggancia un palo, vola in aria e gara finita. Male Stefano Gross: aveva vinto il titolo italiano sulla stessa pista solo una decina di giorni fa ed invece non riesce a trovare mai il giusto ritmo: solo ventiduesimo a 2"42. Usciti  di scena nella prima sessione Giuliano Razzoli, Riccardo Tonetti, Giordano Ronci. Non qualificato per la seconda Roberto Nani.