Bode Miller lancia la sfida

0
76

L'americano davanti a tutti nella seconda prova sulla Streif

Il messaggio di Bode è ben chiaro: se continua a gareggiare non è per fare il ‘fantoccio’ folkloristico che va in giro per il Circo Bianco a ‘far numeri’ sulle piste di gara. È un campione ed è in pista per vincere: l’ha fatto nella supercombinata di Wengen, ha poi disputato sempre sul Lauberhorn una grande discesa che se non fosse stato per un errore nella esse finale era certamente da podio, se non da vittoria. E sulla Streif, nella seconda prova cronometrata di oggi, è stato il più veloce davanti a Didier Cuche, uno che non scherza neanche al bar con gli amici, figuriamoci nelle prove della discesa libera più difficile del mondo. Terzo tempo per lo sloveno Andrej Sporn, un atleta che piano piano inizia a farsi vedere nelle zone alte della classifica e prima o poi piazzerà la zampata. Seguono Svindal, Scheiber e Walchhofer. Il migliore degli azzurri è stato Christof Innerhofer, con il nono tempo a pari merito con il francese Theaux. Più indietro Werner Heel in ventesima posizione e Patrick Staudacher in ventottesima posizione. Nel pomeriggio il nostro inviato Luca Giaccone raggiungerà Kitzbuehel per raccontarvi ‘live la tre giorni di gare del Hehnenkamm Rennen 2010.

Articolo precedenteSempre più dubbi sulle piste 'barrate'
Articolo successivoLindsey Vonn vola anche a Cortina
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...