Blardone: "Ci ho provato, inutilmente…"

3
87

Se ne sta in un angolo della finish area Max Blardone dopo essersi confrontato con i giornalisti. Il finanziere ossolano è abbattuto, come del resto gli altri azzurri che sono affondati sulle nevi di Creekside: "Anche Vancouver è andata…Mi ero preparato in maniera ottimale per questo evento, l’obiettivo olimpico era davvero importante. Abbiamo lavorato anche sul superG, perchè ritenevamo fosse fondamentale per saper fare velocità, elemento cruciale oggi. Ci ho provato, ma non è bastata la volontà". Incrocia i suoi fans, "Mi dispiace anche per loro, il mio Fans Club mi sostiene in ogni angolo del mondo, peccato davvero". Il gigantista di Pallanzeno non si dà pace per la seconda manche: "Sono uscito lento dal pianetto, ma dove il tracciato girava credevo di essere stato veloce, quando ho visto il tabellone non ci credevo..Quarto dopo la prima manche, poi ho buttato via tutto".

Articolo precedenteDelusione in casa azzurra
Articolo successivoGigante femminile, una sola manche domani
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

3 COMMENTI