Bisconti: 'Giordano e Antonio Ronci sono un esempio'

2

Il presidente CAT ha invitato durante il collegiale papà Ronci

Al Passo del Tonale il primo collegiale del Comitato Appennino Toscano con oltre 80 atleti agli ordini del nuovo selezionatore, il forestale badiota Manuel Pescollderungg. Intanto in un’iniziativa il presidente del Comitato Giacomo Bisconti ha incontrato atleti ed allenatori e ha coinvolto Antonio Ronci, papà-allenatore di quel Giordano che si sta distinguendo a livello internazionale e settimana scorsa ha gareggiato in Coppa del Mondo a Levi.

BISCONTI ELOGIA I RONCI – «Antonio e Giordano sono un esempio da seguire per tutto il territorio appenninico. Sono l’esempio che la perseverenza, l’impegno, l’umiltà pagano sempre. Un romano in nazionale e in Coppa del Mondo non può che far piacere al mondo dello sci italiano e allo sport in generale», ha affermato l’Istruttore nazionale Bisconti.

L’INTERVENTO DI ANTONIO – Antonio Ronci ha raccolto i complimenti e ha rilanciato: «Di sacrifici ne sono stati fatti tanti e siamo riusciti ad arrivare in nazionale. E’ stata dura, ma un obiettivo significativo è stato raggiunto. Ragazzi non mollate, si devono inseguire i propri sogni. Certo, chi non nasce sulle Alpi può avere più problemi di logistica e di organizzazione, ma ognuno, se ci crede, può realizzare i propri obiettivi». D’altronde da Zeno Colò, fino ad Alberto Tomba e ai giorni nostri con Giuliano Razzoli, l’Appennino non è poi stato tanto a guardare..

Articolo precedenteBaruffaldi parte con il piede giusto
Articolo successivoSi ferma la Angriman
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

2 COMMENTI